18 dicembre 2018

Taglialatela (PSI): “Raccolta Differenziata, cittadini sul lastrico, dati inesistenti”

Il Partito Socialista Italiano, attraverso il segretario cittadino Antonio Taglialatela, interviene nuovamente sulle inadempienze e sulle omissioni della Raccolta Differenziata, evidenziando tutta la incapacità dell’attuale Amministrazione Comunale sui temi ambientali e sull’intero ciclo integrato dei rifiuti.

Una città che brucia con un’Amministrazione omissiva e inadempiente sui temi dell’ambiente, sulle politiche dei rifiuti e non solo…
Ma dove sono andati a finire i dati della Raccolta Differenziata 2013?

Siamo giunti alla fine dell’anno 2014 e i dati ufficiali della Raccolta Differenziata latitano ancora, che vergogna !

I cittadini pagano la Tasi più alta d’Italia per ricevere in cambio un servizio a dir poco scadente, assolutamente non programmato dall’Amministrazione, con costi sempre più elevati e nel frattempo si continuano a pubblicare dati e notizie false, senza trasmettere i dati ufficiali e certificati all’Osservatorio Regionale sui Rifiuti competente.

Per amore della trasparenza nei confronti dei nostri concittadini e degli operatori commerciali, sempre più vessati, facciamo un riepilogo di cosa è accaduto in questi ultimi anni a Mondragone, partendo dall’anno 2011, con carte alla mano.

In quell’anno la quantità di rifiuti certificati dall’Osservatorio regionale è pari a Kg. 14.380.821 di cui 1.673.438 Kg risultano essere differenziati, per una percentuale pari all’11.64% con un Capitolato d’appalto programmato che si aggirava sui 4.500.000 di euro.

Nel 2012 la quantità è di 13.586.527 Kg di cui 3.670.672 sono R.D per una percentuale raggiunta pari al 27.02%, con un capitolato che prevedeva le stesse somme programmate dell’anno precedente.

E qui arriva il bello, nel 2013 i dati sono ancora fermi a Kg. 5.358.230 di cui 1.629.289 di R.D. pari ad una percentuale che arriva a malapena al 30.07%, con un Capitolato d’appalto programmato che si aggira sulla cifra astronomica di ben 5.800.000 di euro con omissioni e inadempienze del non aver trasmesso e certificato relative i mesi di marzo, aprile, giugno, agosto, settembre, ottobre e dicembre, nonostante numerosi manifesti pubblici, a spese dei contribuenti, che attestavano dati addirittura molto più elevati e con numerosi progetti e iniziative pubbliche legate ai temi dei rifiuti e della Raccolta Differenziata.

Oggi i costi per i cittadini e per gli operatori commerciali, in questi ultimi due anni, si sono raddoppiati se non triplicati, senza alcun beneficio, soprattutto sulla differenziata.

Fanno sorridere le scorribande e i blitz demagogici, a mo’ di sceriffo, fatti dall’attuale maggioranza ribaltata quando, all’improvviso, li troviamo in giro per le strade con la volontà di sanzionare i cittadini colpevoli della mancata raccolta differenziata  e mancato rispetto delle regole sul deposito dei rifiuti allorquando è la stessa Amministrazione Comunale colpevole e inadempiente dato che ad oggi non esiste un preciso atto amministrativo relativamente ad un piano industriale e strategico sui rifiuti e sulla Raccolta Differenziata.

È storia recente quella relativa alla gestione ECO4/CE4 dell’intero ciclo dei rifiuti, ed è anche noto che i cittadini-contribuenti hanno pagato per anni la TARSU imposta dai vari comuni consorziati, e i rifiuti venivano conferiti in discariche non autorizzate o autorizzate con forzature.

Come sono state utilizzate queste risorse sottratte indebitamente dai cittadini-utenti-contribuenti ?

Feste e festicciole, patrocini agli amici e alle iniziative senza nessun senso.

Oggi ci chiediamo quale differenza esiste fra l’amministrazione di oggi e quella di ieri?

Quale differenza tra l’amministrazione “SCHIAPPA-ChE-NNAMI” e l’amministrazione del ValenteSindacoConte-Landofi-Cosentino ?

Attendiamo risposte precise.

Commenta per primo

Lascia un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com