25 Ottobre 2020

Allagamenti, Antonio Pagliaro: “A Mondragone problema non risolto”

Dopo l’imprevista pioggia dell’altro ieri ed i relativi allagamenti che vi sono stati in città, il consigliere comunale di minoranza Antonio Pagliaro, già assessore all’urbanistica e manutenzione, interviene sulla vicenda. Anche ricordando che in tempi passati era il primo, insieme all’allora primo cittadino Giovanni Schiappa, ad essere preso di mira.

Pertanto si rivolge a chi dopo di lui si è insediato, per nomina del sindaco Virgilio Pacifico.

Dopo aver fatto realizzare un intervento ad hoc su piazza Conte nella zona lido, il nuovo assessore, dichiarò alla stampa cartacea e online, di aver risolto il problema dell’allagamento di tale piazzale.

“Così come tanti cittadini hanno notato, l’assessore Francesco Lavanga, oltre a non aver risolto ne’ attutito il problema, ha senza ombra di dubbio amplificato lo stesso. Inoltre, ora ha un’altra impellente urgenza, ossia verificare perché con il suo repentino impegno strombazzato con leggerezza sui social network abbia dato questi frutti!
 
Mentre all’assessore Giuseppe Piazza che afferma, falsamente, di aver fatto finanziare il progetto di riqualificazione dell’area antistante il Palazzo Ducale, in quanto qualche suo onorevole suggeritore millanta ipotetiche revoche senza riuscire a mostrare decreti ne’ determinazioni finalizzati a ciò, un po’ così come ad esempio ha tentato di millantare per la realizzazione della pista di atletica al campo sportivo, dimenticando che le procedure amministrative seguono delle regole dettate unicamente dal diritto.

Oppure quando millantava, insieme a chi oggi amministra la città – a mezzo manifesti e volantini – la perdita del finanziamento per la riqualificazione del centro storico, e tutti ricordiamo come andò a finire … ne vediamo realizzate le opere.

L’assessore Piazza, piuttosto, con l’aiuto dell’assessore Lavanga, inizino a far pulire le caditoie, come facevamo noi negli anni addietro; poi continuino nel verificare i tombini ed ispezionare le fogne così come negli anni precedenti noi abbiamo fatto e, seppur non riuscendo a risolvere le problematiche di una rete fognaria sottodimensionata, abbiamo certamente ridotto i disagi che possono essere provocati dagli eventi eccezionali come quello di lunedì scorso”.

Commenta per primo

Lascia un commento