27 Ottobre 2020

Antonio Taglialatela (PSE): “Raccogliamo firme contro il Porcellum”

Democrazia dei cittadini, riprendiamoci il futuro.

Antonio Taglialatela (PSE) promuove la costituzione di Comitati cittadini per una raccolta firme per abolire l’attuale legge elettorale, il Porcellum.

Il Partito Socialista Europeo, attraverso il suo segretario, interviene sull’onda dell’entusiasmo referendario che ha visto i cittadini tornare autorevolmente alla “ribalta democratica”.

“Non possiamo restare indifferenti dinanzi al grave avvelenamento politico che si respira nel Paese, un clima degenerato della bassa politica, dei soliti avventurieri e affaristi che compromettono il futuro delle nuove generazioni”. Del resto, è sotto gli occhi di tutti il degrado della vita pubblica, sprechi, caste e privilegi che mortificano chi ogni mattina si alza per compiere il proprio dovere” – afferma A. Taglialatela.

L’onda anomale, meravigliosa, dell’ultimo referendum induce ad aprire la Politica ad altri territori dei diritti e della partecipazione pubblica.

“Proponiamo, dunque – continua il segretario A. Taglialatela – di iniziare a promuovere e a costruire dal basso, senza nessuna distinzione politica partitica, comitati cittadini referendari per abrogare l’attuale legge elettorale e dare un calcio nel sedere a chi crede di poter ancora scegliere del nostro futuro”.

“L’attuale legge elettorale, il Porcellum – conclude Antonio Taglialatela – per la Camera ed il Senato, denominata “porcata” dal parlamentare leghista Calderoli è inadeguata a garantire la rappresentatività e la democraticità delle elezioni politiche. L’eliminazione delle preferenze ed il premio di maggioranza suddiviso per regioni al Senato sono solo gli esempi più lampanti dello scempio che è stato introdotto prima delle elezioni del 2006 dal Governo Berlusconi per evitare la stabilità del suo successore.

Commenta per primo

Lascia un commento