30 Ottobre 2020

Balneabilità mare mondrogonese: il Sindaco smorza le polemiche.

“La qualità delle acque del mare di Mondragone sono un fatto” – così commenta il Sindaco Giovanni Schiappa i dati dell’ARPA Campania in merito al punto prelievo di località Fiumarella. “Troppo spesso vedo sui giornali commenti ed impressioni sulla qualità delle acque marine, ma non vedo mai un riferimento di tipo oggettivo trasparente e consultabile da tutti. Con l’intervento sul tratto fognario di via Padule abbiamo l’evidenza di un netto miglioramento delle acque.”

I dati reali dei prelievi e delle analisi di ARPA Campania parlano chiaro: i valori di Enterococchi intestinali e di Escherichia coli sono drasticamente diminuiti.

mare mondragone dati
dati arpac acque mondragone

Ciò è stato possibile grazie alla canalizzazione di una parte delle fogne di via Padule con l’attivazione della nuova condotta a tiraggio forzato. Nel luglio 2011 gli Enterococchi intestinali segnavano 41 e gli Escherichia coli 52. Quest’anno – luglio 2012 – per gli Enterococchi intestinali siamo a quota 10 come anche per gli Escherichia coli.

“Questo non significa né che possiamo abbassare la guardia né cadere in facili entusiasmi. I dati sono consultabili da tutti e ci danno una indicazione che solo con interventi concreti e reali è possibile cambiare rotta. Non ci dobbiamo scoraggiare mai. Quest’anno il mare blu di Mondragone è stato premiato da un rinnovato afflusso di turisti provenienti da tutta la provincia di Caserta. Molti turisti che da qualche anno avevano lasciato la nostra Città, questa stagione balneare sono ritornati  proprio in virtù dei positivi dati registrati. In merito al problema delle alghe rosse tutti sanno che questo è il risultato del gran caldo che sta attanagliando l’Italia, ma il fenomeno – del tutto naturale – si è manifestato a Mondragone in modo molto molto ridotto. Mi dispiace vedere come i dati negativi vengano sempre amplificati e gridati mentre quelli positivi passati quasi sotto silenzio.” – le conclusioni del sindaco Schiappa.

Commenta per primo

Lascia un commento