25 Ottobre 2020

Anna Barbato (PD), “Auguri per il nuovo anno scolastico”

Gli auguri per il nuovo anno scolastico.

Rivolgo i più sinceri auguri di buon anno scolastico ai Dirigenti Scolastici, Docenti, al Personale ATA, agli Studenti. Mi rivolgo, soprattutto, a voi giovani fanciulli e vi esorto a considerare la scuola come un luogo privilegiato di formazione umana e culturale, quella formazione che vi consentirà di diventare cittadini attivi e responsabili nella società.

Sentitevi protagonisti della vostra crescita, approfondite le vostre conoscenze, sviluppate il vostro senso critico. I docenti insieme con i vostri genitori vi aiuteranno ad affrontare le difficoltà e a dare senso ai valori fondamentali della vita.

Con questa prospettiva auguro a tutti un anno scolastico proficuo, vissuto in piena armonia, serenità e collaborazione.

Il funzionamento del nostro sistema scolastico è un argomento  centrale di grande interesse da parte di questo assessorato. Parto dal convincimento che la scuola e la formazione in generale rappresentano infatti l’unica vera forma di investimento lungimirante capace di sostenere l’innovazione e la competitività in campo economico delle nostre imprese, di favorire la coesione e lo sviluppo sociale educando al rispetto per la persona al riconoscimento delle pari opportunità in modo da garantire ad ogni giovane cittadino una consapevole evoluzione culturale con l’acquisizione di strumenti che consentano l’autonomia di pensiero e lo sviluppo del senso critico.

L’attività degli Enti Locali sul territorio anche nella Pubblica Istruzione risente pesantemente della decisione centrale di non investire nella scuola e nell’istruzione.

I finanziamenti per l’Istruzione sono diminuiti nel tempo, così in Italia l’investimento pubblico per questa voce risulta inferiore alla media dei paesi Ocse in proporzione al Pil.  In questo momento di smarrimento per il mondo della scuola l’Amministrazione Comunale vuole affermare fortemente il ruolo centrale del corpo docente con la stragrande maggioranza degli insegnanti impegnata ogni giorno ad offrire agli studenti ed alle famiglie, con competenza e dedizione, un impegno che meriterebbe ben altro riconoscimento.

E’ grazie ai  docenti e ai dirigenti scolastici, se la scuola continua ad essere, in un paese fortemente percorso da egoismi e faziosità, luogo che promuove responsabilità, ascolto reciproco, integrazione.

Chi ha compiti di Governo, deve sostenere, col suo apprezzamento, ma soprattutto con scelte di politica scolastica adeguate, tali da fare dell’istruzione e della formazione, come accade in atri paesi, un settore prioritario di investimento.

Per testimoniare la volontà di praticare sul tema della scuola e dell’istruzione politiche operose,  vi annuncio che è intenzione della scrivente, promuovere  una Conferenza Locale sulla Scuola da realizzarsi nel prossimo anno scolastico.

Un nuovo spazio democratico in cui docenti, studenti, famiglie, istituzioni, mondo associativo, elaborino insieme soluzioni, progetti, iniziative, per un rilancio della scuola nel nostro territorio e definiscano le necessarie azioni di contrasto alla politica del Governo che da una parte rinuncia ad adempiere pienamente ai doveri di tutela del diritto allo studio e dall’altra scarica impropriamente sugli Enti Locali gli oneri finanziari di una politica miope e recessiva.

Commenta per primo

Lascia un commento