26 Ottobre 2020

Calendario scolastico, Barbato (PD) convoca i Dirigenti Scolastici

anna barbato

“E’ pervenuto al comune d Mondragone il calendario scolastico regionale.” L’assessore alle politiche sociali  Barbato Anna ha comunicato che a breve convocherà i dirigenti scolastici per decidere insieme il calendario cittadino.

 

Calendario scolastico 2013/2014 – Regione Campania
Inizio Lezioni: 16 settembre 2013
Termine Lezioni: 7 giugno 2014
Ponte di “Ognissanti”: dal 1 al 3 novembre 2013
Festività Natalizie: dal 23 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014
Vacanze di Carnevale: 4 marzo 2014
Festività Pasquali: dal 17 aprile al 22 aprile 2014
Note: La scuola dell’infanzia termina le attività educative il 30 giugno 2014
Da aggiungere la festa del Santo Patrono e le seguenti Feste Nazionali:
tutte le domeniche;
l’8 dicembre, Immacolata Concezione;
il 25 dicembre Natale;
il 26 dicembre;
il primo gennaio, Capodanno;
il 6 gennaio, Epifania;
il lunedì dopo Pasqua (Pasquetta);
il 25 aprile, anniversario della Liberazione;
il primo maggio, festa del Lavoro;
il 2 giugno, festa nazionale della Repubblica

“Importante risulta il ripristino della festa della legalità prevista per il 19 marzo”, alla quale l’assessore Barbato intende dare la dovuta importanza con iniziative tese a coinvolgere tutta la platea scolastica.

“Il funzionamento del nostro sistema scolastico è un argomento  centrale di grande interesse da parte di questo assessorato. Parto dal convincimento che: La scuola e la formazione in generale rappresentano infatti l’unica vera forma di investimento lungimirante capace di sostenere l’innovazione e la competitività in campo economico delle nostre imprese, di favorire la coesione e lo sviluppo sociale educando al rispetto per la persona al riconoscimento delle pari opportunità in modo da garantire ad ogni giovane cittadino una consapevole evoluzione culturale con l’acquisizione di strumenti che consentano l’autonomia di pensiero e lo sviluppo del senso critico.
L’attività degli Enti Locali sul territorio anche nella Pubblica Istruzione risente pesantemente della decisione centrale di non investire nella scuola e nell’istruzione.
I finanziamenti per l’Istruzione sono diminuiti nel tempo così in Italia l’investimento pubblico per questa voce risulta inferiore alla media dei paesi Ocse in proporzione al Pil. In questo momento di smarrimento per il mondo della scuola l’Amministrazione Comunale vuole affermare fortemente il ruolo centrale del corpo docente con la stragrande maggioranza degli insegnanti impegnata ogni giorno ad offrire agli studenti ed alle famiglie, con competenza e dedizione, un impegno che meriterebbe ben altro riconoscimento. E’ grazie a voi (noi) docenti se la scuola continua ad essere, in un paese fortemente percorso da egoismi e faziosità, luogo che promuove responsabilità, ascolto reciproco, integrazione.
Chi ha compiti di Governo, deve sostenere, col suo apprezzamento , ma soprattutto con scelte di politica scolastica che facciano dell’istruzione e della formazione, come accade in atri paesi, un settore prioritario di investimento.
Per testimoniare la volontà di praticare sul tema della scuola e dell’istruzione politiche operose,  vi annuncio che è intenzione di questo assessorato promuovere  una Conferenza Locale sulla Scuola da realizzarsi nel prossimo anno scolastico.
Un nuovo spazio democratico in cui docenti, studenti, famiglie, istituzioni, mondo associativo, elaborino insieme soluzioni, progetti, iniziative, per un rilancio della scuola nel nostro territorio e definiscano le necessarie azioni di contrasto alla politica del Governo che da una parte rinuncia ad adempiere pienamente ai doveri di tutela del diritto allo studio e dall’altra scarica impropriamente sugli Enti Locali gli oneri finanziari di una politica miope e recessiva.”

Assessore alle Politiche Sociali

Anna Barbato

Commenta per primo

Lascia un commento