27 Ottobre 2020

Minoranza su questione Centro Radiologico Mondragone

Centro Radiologico di Mondragone, i Consiglieri di Minoranza chiedono maggior chiarezza.

L’On. Vincenzo D’Anna, deputato del PdL, scopre finalmente le carte, dichiarando di ritenere doverosa l’autorizzazione al trasferimento del  Centro radiologico attualmente operante in via Venezia.

Si tratta della delibera della modifica della scheda X-1 del regolamento edilizio, che il Sindaco Schiappa, oggi si capisce perché, vuole che si approvi a tutti i costi.

La dichiarazione dell’On. D’Anna, è seguita ad un articolo apparso su CASERTACE.NET, in base al quale, l’imprenditore titolare del Centro in  questione sarebbe il futuro genero del suddetto onorevole, amico e referente politico del Sindaco Schiappa.

La conoscenza analitica del problema dimostrata dall’On. D’Anna evidenzia palesemente un suo forte interessamento per la risoluzione positiva del trasferimento del Centro radiologico in oggetto e, cosa  molto grave, non risparmia di fare illazioni circa l’esistenza di titolari di interessi concorrenti, all’interno del Consiglio Comunale, che cercherebbero di bloccare un “doveroso” adeguamento dello strumento urbanistico vigente. Afferma, inoltre, che nella stessa zona è stata concessa la medesima autorizzazione a numerose altre abitazioni private.

Chiediamo all’On. D’Anna, in quanto deputato della Repubblica Italiana, di fare nome e cognome di coloro che, a suo avviso, in quanto titolari di interessi concorrenti, stanno tentando di  bloccare  l’iter procedimentale necessario per autorizzare il trasferimento del Centro radiologico, tanto caro, a lui ed all’amico Sindaco Schiappa e di specificare le abitazioni private che hanno già usufruito di una identica autorizzazione comunale.

Caro On. Vincenzo D’Anna, come rappresentanti di una parte del Consiglio Comunale, nel pieno rispetto istituzionale che a noi sta tanto a cuore, le chiediamo di fare chiarezza circa le sue dichiarazioni che offendono e cercano di condizionare i lavori dell’intero Consiglio Comunale.

Solo così facendo, potrebbe dimostrare il suo reale disinteresse rispetto alla questione e recuperare, sul piano istituzionale, la stima che, al di là degli schieramenti politici, potremmo avere nei suoi confronti, in quanto Parlamentare della Repubblica Italiana. Inoltre, ci rivolgiamo all’intero Civico Consesso affinché si affermi il principio della centralità dell’interesse pubblico su quello privato e NON si permetta MAI a NESSUNO di condizionare i lavori dei Consiglieri Comunali per fini personalistici.

Chiediamo di condividere, concretamente, questo sacrosanto DIRITTO anche agli attuali ONOREVOLI NAZIONALI e REGIONALI, rappresentanti il NOSTRO TERRITORIO, al fine di dimostrare che il proprio impegno è rivolto esclusivamente a sostegno dell’interesse della Propria Città.

Gruppo Consiliare PD
Achille Cennami
Emilio Martucci
Francesco Supino
Gruppo Consiliare UDC
Camillo Federico
Alessandro Pagliaro
Gruppo Consiliare IDV
Mario Fusco

Commenta per primo

Lascia un commento