30 Novembre 2020

Cittadinanza Attiva Mondragone risponde alle accuse di Legambiente

cittadinanza attiva L’Associazione Cittadinanza Attiva, fin dalla sua costituzione ha sempre cercato di essere equidistante da tutti i poteri forti e meno forti della scena politica locale, ponendosi piuttosto come punto di riferimento per tutti coloro i quali non si sentono rappresentati dall’attuale classe politica. La nostra, seppur breve, storia è testimone di tutte le opere e le iniziative svolte dall’Associazione atte solo ad una crescita ed un miglioramento […]

 

del livello sia culturale che civico di Mondragone, con la massima dignità non si è mai prestata a giochi di potere e non ha mai partecipato a dispute politiche guidata da chissà quale mano. Ogni iniziativa è stata sempre condivisa con le altre realtà associative del territorio, prova ne è l’Eco-Festival dello scorso luglio, dove sono stati invitati durante l’organizzazione, per una buona riuscita dell’evento e quindi un miglioramento dell’immagine stessa di Mondragone, tutte le rappresentanze politiche locali, provinciali e regionali, sempre mantenendo una integrità morale e soprattutto non gravando sulle casse comunali (a differenza di chi in queste cose ci sguazza…) chiedendo sia al Comune che alla Regione solo un Patrocinio Morale, consci delle enormi difficoltà economiche dell’Ente. Pertanto, l’Associazione Cittadinanza Attiva, indignata, rispedisce al mittente tutte le accuse mossegli contro dal Presidente del locale circolo di Legambiente Domenico Morrone, il quale in un commento ad un articolo di un quotidiano on line, accusa l’Associazione di aver partecipato ad una “pastetta politica”, definendo Cittadinanza Attiva dei “gregari e complici” dell’Assessore Regionale Daniela Nugnes, per il semplice motivo che all’ormai famoso servizio sulla discarica Cantarella, diffuso da “Striscia la notizia” e contattata da Cittadinanza Attiva, si è registrato il pronto ed immediato intervento dell’Assessore Regionale.

A questi giochi non piace giocare, e non piacciono nemmeno questi sterili e offensivi attacchi personali, sicuramente dettati dalla rabbia e dallo sconforto di chi in tutta la durata del suo mandato (fortunatamente è giunto al termine…) non ha saputo raggiungere alcun risultato tranne per quelle annuali e isolate iniziative, peraltro gestite a livello nazionale, di “Puliamo il mondo” cosa che peraltro è anche sovvenzionata dal comune di Mondragone (Determina 1227 del 26/09/2013).

Dov’era Mimmo Morrone e Legambiente quando si doveva discutere della Cantarella?

Dov’era Mimmo Morrone e Legambiente quando, recentemente, alcuni cittadini insieme all’Assessore Zoccola hanno iniziato a pulire alcune zone della Città?

Dov’era Mimmo Morrone e Legambiente quando bruciava Ficocelle?

Dov’era Mimmo Morrone e Legambiente quando Mondragone era colma di rifiuti?

L’Associazione, nello scusarsi anche con l’Assessore Nugnes per questa ignobile accusa, si dispiace di dover scendere a simili livelli con chi nella sua carriera ha ottenuto ben poco.

Pertanto,  Cittadinanza Attiva continua per la sua strada sempre a testa alta e sempre orgogliosa e fiera della sua totale indipendenza.

In attesa di una futura e più fattiva collaborazione con chi ha veramente a cuore l’ambiente e Mondragone, auspicando un vero ricambio generazionale alla guida del circolo locale di Legambiente.

Commenta per primo

Lascia un commento