24 Ottobre 2020

Come si cambia

Erano i primi giorni di gennaio 2005, ricorda l’AMBC, quando 3 capigruppo consiliari presentarono al presidente del Consiglio comunale di Mondragone e, per conoscenza, al prefetto di Caserta un’interpellanza avente ad oggetto il tema dell’incompatibilità.

Scrivevano i nostri 3 consiglieri: <L’art. 77 dello Statuto comunale prevede che: “Al Sindaco, agli Assessori, ai Consiglieri comunali, al Presidente del consiglio è vietato ricoprire incarichi ed assumere consulenze presso Enti, Aziende ed Istituzioni dipendenti o comunque sottoposti al controllo ed alla vigilanza del Comune”>. I nostri 3 rappresentanti citavano il TUEL ed interrogavano il Sindaco per conoscere l’esistenza o meno di Amministratori e/o Consiglieri con incarichi contrastanti con il suddetto art. 77 dello statuto. Articolo che non è stato fino ad oggi modificato anche se nel frattempo ha cambiato numero, diventando il 65. Non sono del tutto cambiati, invece, i nostri 3 Consiglieri, a dimostrazione che la nostra città può vantare una straordinaria longevità politica. Ma chi erano questi tre interpellanti? Si trattava di Mario Fusco, di Alessandro Rizzieri e di Virgilio Pacifico. Dodici anni e mezzo dopo quella opportuna interpellanza, 2 dei 3, ovvero Rizzieri e Pacifico, sono tuttora direttamente in pista e sono stati recentemente attori protagonisti della brutta vicenda ASI. I nostri 2, all’epoca paladini delle regole statutarie, non solo hanno col tempo perso per strada un po’ della vena legalitaria alla base di quella interpellanza, ma hanno addirittura dimenticato l’esistenza stessa dello statuto. Per carità, lasciamo stare le argomentazioni degli azzecca-garbugli circa la vigilanza dell’ASI da parte della Regione, la labile dipendenza dell’ASI dal Comune, gli <indirizzi fossili> del Consiglio e così via. L’AMBC pensa che nella nomina di Rizzieri all’ASI (consorzio che -ripetiamo- andrebbe superato immediatamente) vi siano evidenti profili di incompatibilità, ma soprattutto evidentissimi limiti dettati da inopportunità. Oltre ad indiscutibili elementi di illegittimità, in quanto determinata dal sindaco Pacifico in assenza degli indirizzi consiliari previsti da quel <povero> statuto dimenticato. Col tempo, si sa, si cambia. Anche perché- come si suol dire- solo gli stupidi (come qualcuno di noi) non cambiano mai idea. E, come canta Fiorella Mannoia, si cambia anche per non morire. A tutti, un ferragosto di gioia piena da parte dell’AMBC. Oltre ad un pensiero affettuoso per i nostri 2 sagaci, il sindaco Pacifico, che abbiamo contribuito a far eleggere e che continua ad avere la nostra fiducia, ed il consigliere Rizzieri, nostro partner nel Patto Civico, affinché evitino di cambiare così tanto da essere quasi irriconoscibili.

About Mondragone Bene Comune 248 Articoli
Associazione Mondragone Bene Comune Referente Gianni Pagliaro contatti: giannipagliaro@gmail.com

Commenta per primo

Lascia un commento