24 Novembre 2020

Discarica della Cantarella, interviene il sindaco Schiappa

comune mondragone

Mondragone. In merito alle notizie di stampa diffuse da varie edizioni di questi giorni dei telegiornali nazionali e regionali della RAI, nonché dal quotidiano Avvenire nei giorni scorsi, interviene il Sindaco della Città di Mondragone Giovanni Schiappa.

 

“La discarica ubicata in località Cantarella è figlia di una stagione di grave crisi ed emergenza nell’ambito della raccolta rifiuti. Non si tratta di una discarica abusiva o segreta ad uso della criminalità organizzata. La discarica, con tutti i pareri tecnici e sanitari previsti dalla Legge, fu realizzata quando raggiunse l’apice l’emergenza rifiuti in Campania. Successivamente la discarica fu oggetto di un incendio doloso che ha trasformato il sito in una discarica di rifiuti combusti, aggravandone la gestione ambientale. Tutto ciò non significa che il Comune di Mondragone abbia abbandonato la volontà di bonificare l’area. Prima i Sindaci e le Amministrazioni comunali che ci hanno preceduto ed oggi questa Amministrazione, da un anno al governo della Città, stanno attivando tutte le procedure per giungere alla bonifica integrale dell’area onde dare serenità e certezza alla popolazione di tutto quanto presente. Il sito è stato oggetto di censimento e di geo-referenziazione da parte della società regionale Astir in collaborazione con il personale della Ripartizione Tecnica del nostro Comune. Il 5 ottobre 2012 si è conclusa la fase di consultazione pubblica inerente il piano regionale di bonifica dei siti inquinati della Regione Campania, approvato con Delibera di Giunta n. 387 del 31/07/2012 e pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 49 del 06/08/2012. Sono stati inseriti nel Piano 32 siti ricadenti sul territorio comunale tra cui due siti riconducibili alla cava della Cantarella, ossia Cantarella I (cod. 1052A027) e Cantarella II (cod. 1052A031). In data 27 maggio 2013 con Deliberazione di Giunta della Regione Campania n. 129, è stato approvato il piano di bonifica in via definitiva con trasmissione al Consiglio Regionale per gli adempimenti consequenziali. Dalla documentazione allegata alla suindicata deliberazione nessun importo risulta stanziato per la bonifica del sito Cantarella. Pur nelle ristrettezze economiche dell’Ente, la Ripartizione Tecnica del Comune di Mondragone ha adottato la determinazione n. 73 del 08/03/13 per l’approvazione e la designazione del soggetto idoneo al conferimento dell’incarico di progettazione per la realizzazione di interventi per garantire la sicurezza della Cantarella  e, con successiva determina n. 434 del 08/05/13, sono state affidate alla ditta Ecotransider srl le attività di rimozione superficiale dei rifiuti presenti nel sito, nonché la rimozione dei rifiuti contenente amianto. La suddetta ditta è in attesa di approvazione, da parte dell’Asl, del piano dei lavori. Ci auguriamo che la Regione Campania possa al più presto finanziare la bonifica della Cantarella che, per dimensioni e caratteristiche, rappresenta un intervento che non rientra nelle possibilità finanziarie dell’Ente. Ringraziamo la magistratura e la stampa per l’attenzione alle grosse criticità presenti sui nostri territori, invitando i comitati civici, le associazioni, i partiti, etc. affinché si riesca, una volta per tutte, a fare fronte comune con l’Amministrazione comunale, in quanto si gioca tutti dalla stessa parte del campo ed anche la discarica della Cantarella non può e non deve essere utilizzata come ulteriore strumento di sterile e banale polemica politica”.

Commenta per primo

Lascia un commento