25 Ottobre 2020

Giorno del Ricordo, Barbato: “Sensibilizzare giovani e cittadinanza sul tema”

anna barbato

Continuano le attività dell’Assessorato alle Politiche Sociali, Cultura e Istruzione guidato e rappresentato dalla Dott.ssa Anna Barbato, Vice Sindaco del Comune di Mondragone. Lunedì 10 Febbraio 2014, infatti, si terrà una conferenza per celebrare il Giorno del Ricordo, un evento istituito con L.92/2004, teso a ricordare tutti gli italiani e le vittime delle foibe, di quanti persero la vita per le questioni e le vicende relative al confine orientale del paese, sorte nel dopoguerra.

L’appuntamento è fissato per le ore 10.00 presso il museo civico “B. Greco”. Interverranno il Sindaco del Comune di Mondragone, Giovanni Schiappa, la Dott.ssa Anna Barbato in qualità di Assessore alle Politiche Sociali e Istruzione e il Prof. Paolo Russo dell’Università degli studi di Cassino. Sarà proiettato il documentario dal titolo “la memoria negata” prodotto dalla Venice Film per l’Associazione Nazionale Venezia-Giulia e Dalmazia, che riporta i seguenti temi storici, i fatti, le testimonianze dell’Esodo di 350.000 italiani, delle migliaia di morti nelle foibe e di profughi nei campi di concentramento. “Scopo di questo assessorato – dichiara Anna Barbato – è sensibilizzare i tanti giovani e la popolazione tutta della Città di Mondragone su temi di carattere storico-culturale, per rendere ciò che è inizialmente solo un ricordo sussurrato tra generazioni distratte, patrimonio comune di tutti i cittadini. In quei tempi feroci, dove alla fine di un conflitto mondiale devastante la macchina della morte non cessò di funzionare ancora per molti connazionali e non, ancora una volta la violenza dell’uomo sull’uomo si rese protagonista dell’Europa. E’ oggi dovere di questo assessorato dedicare questo appuntamento per riflettere assieme sui tragici eventi di quell’epoca. Instancabilmente, mi piace sempre ricordare che la cultura è il sale della democrazia, dei nostri giovani, a cui dobbiamo lasciare questo patrimonio per poter guardare ad un futuro di pace”. 

Commenta per primo

Lascia un commento