19 Luglio 2019

“Goletta Verde”, all’opera per i campionamenti d’acqua marina

lagambiente Sono più di vent’anni che”Goletta Verde”, il battello di Legambiente, si pone come garante e vedetta ambientalista delle Nostre coste, monitorando dalle attività di pesca alle attività turistiche, dalla nautica al cabotaggio, dalla cementificazione selvaggia delle coste alla loro erosione, ed al monitoraggio continuo della salute del mare tramite campionamenti e test.

Per cui, anche quest’anno svolgerà il Suo ruolo fondamentale di osservatore e non solo dei Nostri mari attuando una campagna un po’ diversa rispetto agli anni passati, in quanto verranno effettuati dei campionamenti anche in acque con divieti di balneazioni, cercando di denunciare lo stato ed il mantenimento del Nostro splendido mare.

Infatti, quest’estate nel periodo che va dal 18 al 20 Luglio Goletta Verde effettuerà una serie di campionamenti nella zona di Castel Volturno, Torre di Pescopagano e Mondragone.

A tal proposito, sono stati coinvolti i diversi circoli di Legambiente situati sul territorio ed in particolare, per Mondragone, il circolo “Legambiente Mondragone”, tramite il dott. Ermanno Corvino, per fare da supporto logistico a Goletta Verde.

Così che, Legambiente Mondragone a dimostrazione della presenza e del lavoro continuo atto a migliorare la “vivibilità” delle proprie zone e tramite un’attenta indagine del proprio territorio, ha individuato e segnalato alcuni possibili punti di campionamento.

I punti segnalati sono: la foce del torrente Savone, la foce del torrente Agnena, in prossimità della zona Fiumarella e in prossimità di alcuni rivoli individuati a Nord della Fiumarella.

Infatti, con questi campionamenti si vuole verificare, e nel caso denunciare, alcune delle diverse problematiche che affliggono la Nostra costa ormai da innumerevoli anni: il cattivo o addirittura non funzionamento del depuratore, l’abusivismo e l’attracco di barche illegale e non ultimo gli scarichi illegali che feriscono di continuo la Nostra costa.

 

Commenta per primo

Lascia un commento