25 Ottobre 2020

Legambiente Mondragone raccoglie firme Referendum su Acqua Pubblica

Il Circolo Legambiente di Mondragone, raccoglie le firme per promuovere il Referendum sull’acqua pubblica.

Legambiente Mondragone: “L’acqua è un bene comune e deve essere pubblica”.

Su questo slogan continua la raccolta delle firme per il referendum voluto dal Forum dei movimenti per l’acqua. Domenica mattina, presso lo spazio del Mercato anche il Circolo Legambiente di Mondragone promuove il Referendum per l’acqua pubblica con un banchetto per la raccolta delle firme.

La battaglia referendaria si propone di ottenere, per la prossima primavera, attraverso i 3 quesiti proposti, che la gestione del servizio idrico resti appannaggio di società pubbliche e non venga appaltata a gruppi e società private che avrebbero come obiettivo solo il profitto e l’aumento delle tariffe.

L’approvvigionamento idrico è uno dei servizi essenziali per la collettività e la privatizzazione non è una modernizzazione bensì un tentativo di strozzare il cittadino. Legambiente, una delle associazioni promotrici, non poteva ignorare questo impegno ed il rinato Circolo locale non poteva mancare all’appuntamento dimostrando una vitalità, anche sui temi nazionali,  che già lo ha caratterizzato con numerose iniziative a Mondragone.

Tra queste le campagne per la festa dell’albero, le lenzuola anti smog, spiagge e fondali puliti e la promozione dell’ecolabel, un marchio di qualità per le attività balneari che adotteranno un percorso ecocompatibile e rispettoso per l’ambiente.

Con la raccolta delle firme per la promozione del Referendum per l’acqua pubblica, Legambiente Mondragone ha voluto dare un ulteriore contributo sui grandi temi ambientali e di salvaguardia dei diritti del cittadino. Anche nella nostra Città abbiamo avuto esperienza di un servizio idrico oneroso e carente. Un motivo in più per firmare, domenica 6 giugno dalle 9.30 alle 13.30 presso l’area del Mercato, il referendum per evitare che l’acqua diventi un affare per privati e speculatori. 

Commenta per primo

Lascia un commento