28 Novembre 2020

Il Presidente del Consiglio non notifica gli atti

giuseppe piazza

Ancora una volta bisogna constatare che il Presidente del Consiglio Comunale di Mondragone non notifica gli atti del Consiglio in contemporanea con la convocazione dell’Assise. E’ accaduto anche per la seduta del prossimo 6 maggio, con all’Ordine del Giorno n°7 punti.

 

E’ stato diramato martedì scorso, a mezzo posta certificata PEC, solo l’O.d.G. senza nessun atto allegato; gli stessi sono stati inviati solo in data odierna oltre il limite massimo consentito dal Regolamento del Consiglio Comunale, il quale prevede che la consegna degli atti avvenga almeno 5 giorni prima dello svolgimento dell’Assise. Così operando il Presidente del Consiglio lede i diritti dei Consiglieri Comunali, diminuendo il tempo necessario agli stessi per lo studio delle delibere da adottare. A parere dello scrivente tutto ciò non è in linea con quanto disposto dal Regolamento del Consiglio, peraltro modificato dalla stessa maggioranza con Delibera di Consiglio del 17/10/2012 e con voto favorevole dello stesso presidente, e pone seri dubbi circa la legittimità della convocazione. Della questione, oltre al Presidente, è stato investito anche il Segretario Generale nella sua veste di garante dei Consiglieri Comunali.

Commenta per primo

Lascia un commento