27 Ottobre 2020

L’Assessore Barbato: “Obiettivi raggiunti. la cultura della ‘vita’ vale più di mille polemiche”

anna barbato

L’associazione “Terra Mia” sta concludendo in questi giorni il ciclo di eventi che hanno caratterizzato il Festivalife, un ciclo di attività finalizzato a promuovere la cultura della prevenzione nei confronti di quello che è stato definito il male del secolo: le malattie oncologiche. Nella giornata di Sabato, 18 Gennaio 2014, alle ore 9.30 saranno disponibili le strutture comunali per effettuare visite senologiche per coloro i quali hanno seguito il seminario di prevenzione oncologica, un percorso informativo promosso e organizzato dall’associazione con l’aiuto dell’assessore alle politiche sociali del Comune di Mondragone, Dott.ssa Anna Barbato, che ha sensibilizzato la popolazione sul tema.

“Mi complimento anzitutto con l’associazione che ha svolto degnamente il proprio ruolo in questo cammino. Nel rispetto del principio di chiarezza che caratterizzano le attività che questo assessorato promuove, per correttezza nei confronti dei contribuenti, voglio chiarire questo triste equivoco che l’insana informazione ha sollevato in merito al contributo che l’Ente ha dato all’associazione – dichiara l’assessore del PD,  Dott.ssa Anna Barbato – il Festivalife era stato organizzato per il 12 e il 13 Ottobre 2013. A causa di impedimenti tecnici, è stato ripreso il 26 dello stesso mese. Sono partite una serie di attività tra cui il seminario del 31 Ottobre. Questo seminario è servito agli iscritti (c’erano molti cittadini mondragonesi) a conoscere le tematiche relative alla salute e ai problemi che potremmo avere vivendo nella terra dei fuochi. Nei giorni successivi, coloro i quali hanno partecipato al seminario, hanno potuto partecipare gratuitamente ad uno screening medico, usufruendo di visite dermatologiche gratuite. Il tutto si è svolto  presso la sede comunale. Abbiamo contestualmente informato la cittadinanza  che dal 2 al 4 Novembre 2013 presso il Museo Archeologico ‘B. Greco’ dalle ore 18:00  si sarebbe tenuto ‘Realtà’, un evento artistico/ambientale che ha messo in mostra gli aspetti disagiati della condizione umana, interiore ed esteriore, senza oniriche interpretazioni. Questo evento è stato curato da Grazia Nuzzi. E’ stata organizzata un’esposizione fotografica a cura di Umberto Gorirossi, Angelo Cattolico e Pasquale Sorrentino. Il 4 novembre doveva essere proiettato il film “Nella terra dei fuochi” di Marco La Gala e, a seguire, ci dovevano essere gli interventi di Padre Alex Zanotelli, Don Lorenzo Langella (Parrocchia di San Nicola) e Giuseppe Apicella (delegato nazionale “Legge Rifiuti Zero”), in più altri interventi. Ma qualcosa è andato storto.  Padre Zanotelli si è reso indisponibile perché doveva organizzare una manifestazione per il 13 Novembre. Don Patriciello non si è presentato a causa di impegni improrogabili. Abbiamo così percepito una sfiducia generalizzata verso questa attività, che ha il solo scopo di sensibilizzare e salvaguardare la cittadinanza. Tutto questo potrebbe essere ricondotto a polemiche sterili, che paralizzano il coinvolgimento reale nelle attività civiche, che sono e devono essere meritevoli di tutela. Tengo a precisare che questo assessorato ha un programma ben preciso da seguire. Non un programma generico, ma specifico nelle sue voci e nelle sue finalità. L’assessorato alle politiche sociali ha ritenuto meritevole di tutela questa iniziativa, proprio per salvaguardare i cittadini da ogni allarmismo incerto. Quale modo migliore di investire risorse nella prevenzione di malattie, in periodi come questi dove, più che del soldo, conta la vita? Lascio ai molti le polemiche, cercando di vivere invece a pieno il mio impegno politico e sociale al fianco dei cittadini”.

Commenta per primo

Lascia un commento