27 Ottobre 2020

Le politiche turistiche di Cennami e Schiappa

lungomare_piazza

Siamo entrati appieno nella stagione estiva, ma Mondragone stenta ancora a presentarsi nelle migliori condizioni. All’indomani della “bomba d’acqua” riversatasi sulla città, l’Amministrazione comunale sembra più che mai prigioniera del suo immobilismo. Basta fare un giro sul lungomare cittadino per verificare la più totale distonia tra la maggioranza ribaltonista Cennami/Schiappa e le esigenze della città, degli operatori balneari e, soprattutto, dei turisti.

Chi sceglie di soggiornare in centro nella zona lido, si ritrova con le macerie portate dal maltempo nel tratto di spiaggia che bisogna obbligatoriamente percorrere per arrivare sul bagnasciuga. Chi invece sceglie di godersi la tranquillità del tratto sud del lungomare, trova un’amplissima area  lunga ben un chilometro senza alcuna protezione (lavori in corso per la pista ciclabile), con parte dei lavori che stanno già per essere vandalizzati a causa dell’inspiegabile abbandono del cantiere. Infine, chi preferisce la più movimentata zona della “Fiumarella” si ritrova in un acquitrino, a motivo della mancata manutenzione del canale naturale omonimo che, con le sue acque, ha praticamente “sommerso” il tratto di spiaggia forse più bello del nostro litorale.

Tutto questo accade mentre la maggioranza, delegittimata dal voto popolare, sembra dormire sonni tranquilli. Ogni tanto si risveglia dal torpore, ordina manifesti pubblicitari che decantano la balneabilità dell’acqua – che per nostra fortuna non dipende da essa – dimenticandosi che il turismo è bel altra cosa da un promozionale mediatico.

Se queste sono le politiche turistiche della Giunta Cennami/Schiappa, allora non ci resta che affidarci alla buona stella e pregare che il tutto passi il più in fretta possibile.

About Giuseppe Piazza 60 Articoli
Geometra - Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Mondragone (Giunta Pacifico) contatti: peppe.piazza@gmail.com

Commenta per primo

Lascia un commento