25 Gennaio 2020

Mondragone Bene Comune interviene su anomalie della Farmacia comunale.

Quale ruolo ha la testa giornalistica "Il Mattino"?

L’Associazione Mondragone Bene Comune è costretta a segnalare all’ANAC e alla Procura della Corte dei conti della Campania le eventuali anomalie che attraversano la storia della Farmacia Comunale. Anomalie aggravate dalle scelte partitocratiche fatte di recente.

Alcuni di noi contestarono fin dall’inizio questa società e, soprattutto, l’atto costitutivo ed il suo primo statuto. Ma, nonostante richiami, osservazioni e segnalazioni, nostre e di qualche sparuto illuminato consigliere d’opposizione, tutti quelli che hanno amministrato in questi 16 anni il nostro Comune, essendo maggioranza di governo, hanno lasciato correre, più o meno consapevolmente.

Ciò che maggiormente colpisce di tutta questa <triste vicenda> dipanatasi lungo l’arco di oltre tre lustri, è forse proprio l’aspetto di assoluta e pervicace opacità.

Non sappiamo, per esempio, se la convocazione dell’ultima assemblea sia stata pubblicata 15 giorni prima sulla Gazzetta Ufficiale oppure su Il Mattino (e poi perché per statuto soltanto su questo giornale?).

Sappiamo però che è difficile per qualsiasi cittadino informarsi in questo modo. Un modo che non tiene in alcun conto gli straordinari progressi della società dell’informazione. L’AMBC si chiede: ma perché la FARCOM SPA per ben 16 anni non si è dotata di un proprio sito internet? E perché sul sito del Comune di Mondragone le informazioni relative a questa società sono parziali e lacunose e comunque si fermano al 2016? I cittadini ed anche tanti addetti ai lavori, ne siamo più che certi, hanno avuto qualche informazione sulla FARCOM e sul suo agire esclusivamente dalla stampa.

Era così difficile mettere la convocazione dell’ultima Assemblea ed il relativo ordine del giorno sulla homepage del sito del Comune?

E mettere anche il verbale dell’assemblea, in modo da conoscere chi ha partecipato per conto del comune e cosa ha fatto nell’interesse dei mondragonesi?

Perché sul sito del comune non c’è il decreto di designazione dei due rappresentanti del comune nel CDA della FARCOM? E chi ha acquisito le dichiarazioni in ordine all’incompatibilità e all’inconferibilità sia dei membri del CDA che dei revisori dei conti (e ne ha curato l’istruttoria)? E con quale atto è stato dato dal Comune il mandato (e a chi?) per la nomina dei revisori? Le nomine vanno fatte alla luce del sole, attraverso avvisi pubblici e fuori dalle logiche partitocratiche.

Ciò che sta facendo il duo Pacifico – Zannini è indegno di qualsiasi ipotesi di cambiamento. L’AMBC è convintissima poi che in assenza degli atti d’indirizzo sulle nomine da parte del Consiglio comunale, linee che questo Consiglio comunale si ostina a non discutere ed approvare, tutto sia illegittimo. Ma non staremo certamente a rincorrere azzeccagarbugli e TAR vari. Chiederemo soltanto, se questa storia dovesse continuare a non trovare soluzione e se queste domande non riceveranno pubbliche e congrue risposte, alla Procura della Repubblica di fare qualche accertamento. Soltanto per confutare quanto da noi sostenuto.

fonte: mondragone.benecomune@gmail.com

referente: gianni pagliaro

About Mondragone Bene Comune 213 Articoli
Associazione Mondragone Bene Comune Referente Gianni Pagliaro contatti: giannipagliaro@gmail.com

Commenta per primo

Lascia un commento