25 Novembre 2020

Località “Triglione”, effettuata la bonifica

L’area cosiddetta del Triglione è stata integralmente bonificata, attraverso una azione sistematica e coordinata di interventi di pulizia, coordinati dall’Assessore all’Ambiente Federico Pellegrino.

«Non ci voleva l’opposizione, come sempre sterile e polemica, per avere conoscenza dell’annosa problematica del Triglione» commenta Federico Pellegrino.

triglione mondragone
triglione mondragone

«Quello che mi sorprende – continua F. Pellegrino – è come mai l’attuale minoranza, quando era al governo non ha fatto nulla per il Triglione, provando a risolvere definitivamente il problema. Oggi è molto facile parlare, ma ieri bisognava dare dimostrazione di amministrazione attiva e concreta. In ogni caso la bonifica è stata completata e sarà installata una rete metallica per tutelare l’area da futuri sversamenti incontrollati.

L’opposizione deve avere l’onestà intellettuale di spiegare alla Città che l’area del Triglione è diventata oggetto di scarichi abusivi non per colpa dell’Amministrazione. Troppe volte dobbiamo fronteggiare situazioni di degrado create – purtroppo – dai nostri stessi concittadini. Faccio un appello pubblico a sollecitare la Polizia Municipale e le altre Forze dell’Ordine qualora si abbia conoscenza di scarichi abusivi.

Non solo il Triglione, ma anche altre aree sensibili saranno monitorate per impedire o scoraggiare gli sversamenti abusivi. E’ però necessaria la collaborazione di tutti, di ogni singolo cittadino. Avere un territorio pulito e decoroso non può essere l’obiettivo ‘solo’ della Giunta, composta da cinque persone. Ci vuole l’interesse e la difesa del territorio da parte di ognuno dei 27mila abitanti di Mondragone. Solo in questo modo abbiamo la possibilità di cambiare volto alla Città.

Ci impegneremo ad una prevenzione attiva e concreta, ma abbiamo la basilare necessità che ogni cittadino si senta parte attiva della Città. Mi appello anche all’opposizione. Basta sterili polemiche! Sono stato disponibile fin dal primo giorno ad un confronto serio e costruttivo, creato nel reciproco rispetto dei ruoli. Se esiste questo allora possiamo creare sinergia, altrimenti sono chiacchiere politiche, senza concretezza.»

 

Commenta per primo

Lascia un commento