27 Ottobre 2020

La lotta all’abusivismo edilizio dell’Amministrazione di Mondragone.

L’Assessore all’Urbanistica – architetto Michele Miraglia – ha fatto predisporre un manifesto pubblico inerente la lotta all’abusivismo edilizio.  Nell’avviso si danno puntuali indicazioni normative sullo stato di diritto degli immobili abusivi realizzati sul territorio ai sensi delle vigente normativa in materia.

Di seguito il testo dell’avviso pubblico.

E’ intendimento dell’amministrazione comunale contrastare ogni fenomeno di abuso edilizio sull’intero territorio di Mondragone. Lo scopo è di migliorare la qualità edilizia e proteggere le nostre risorse naturali ed ambientali. II rispetto delle normative vigenti in materia edilizia rappresenta uno dei punti fondamentali per la salvaguardia delle bellezze naturali e della qualità architettonica. Si ha un abuso edilizio quando un intervento sul territorio (costruzione edilizia, lottizzazione, ecc…) viene realizzato in assenza o in difformità di una preventiva autorizzazione (permesso di costruire o denuncia di inizio attività).

Determinati a ridare decoro alle risorse proprie del territorio, che meritano attenzione e valorizzazione, si effettueranno verifiche e controlli del territorio perché siano consentite le sole attività in assoluta sintonia e rispondenza delle leggi nazionali, regionali e comunali vigenti, con particolare attenzione al Testo Unico in materia di edilizia. È utile ricordare che le sanzioni sono determinate in base alla tipologia di abuso commesso e riportate nella normativa di riferimento, D.P.R. 6/06//01, n. 380 e Legge n. 47 del 28/02/1985.

Da precisare, con particolare riferimento alla sentenza recente di Cassazione Penale n. 1819 del 19.01.2009, che la scadenza del termine di novanta giorni senza che il contravventore abbia ottemperato all’ordinanza comunale di demolizione delle opere abusive eseguite in assenza di Permesso  di  Costruire  o  con variazioni essenziali, produce “ope legis”  l’acquisizione al patrimonio comunale del manufatto realizzato e dell’area di sedime, senza che possa aver rilievo ulteriore  l’adempimento della notifica all’interessato dell’accertamento formale della inottemperanza.

Per informazioni:

  • Nel caso di intervento in assenza di preventivo atto abilitativo
  • Nel caso di intervento realizzato in difformità dell’atto abilitativo

Ufficio Tecnico Ripartizione Urbanistica Viale R. Margherita – Mondragone (CE);
La domanda di sanatoria segue le stesse modalità previste per i progetti ordinari e a seconda del tipo di intervento realizzato.

About Amministrazione Cennami 120 Articoli
Ufficio Stampa Amministrazione Cennami sala.stampa@mondragone.net

Commenta per primo

Lascia un commento