26 Ottobre 2020

Lumina in Castro, Schiappa: “Iniziativa si sposa con gli scavi archeologici e che valorizza la ricchezza del nostro antico patrimonio”

Lumina in Castro è un progetto  finalizzato alla valorizzazione storica, culturale ed ambientale del complesso  archeologico della Rocca Montis Dragonis, sito sul pianoro sommitale del monte Petrino, nel Comune di Mondragone.

Il progetto  nasce nel 2011, come naturale prosecuzione dell’idea di illuminare la Rocca Montis Dragonis,  durante i giorni della Festa di San Michele Arcangelo. Ideatori, promotori ed organizzatori  di entrambi gli eventi sono stati  i membri del Comitato Festa San Michele Arcangelo, sostenuti nel  corso degli anni dalle istituzioni pubbliche locali (Comune di Mondragone, Museo Civico Archeologico “Biagio Greco” e Pro Loco Mondragone.

Lumina in Castro rientra,  a tutti gli effetti, nell’ambito dei festeggiamenti in onore di San Michele Arcangelo, che, con cadenza annuale, hanno luogo nel casale di Sant’Angelo in Mondragone. L’intento primario di questo ambizioso progetto è stato, sin dal principio, quello di sensibilizzare cittadini ed istituzioni alla valorizzazione del patrimonio storico, ambientale,culturale ed artistico della città di Mondragone.

La terza edizione di Lumina in Castro si è svolta dal 28 Agosto  al 1 Settembre: questo evento, sebbene ancora giovane, costituisce già uno dei momenti più attesi dalla cittadinanza, elemento confermato anche dalla viva e intensa partecipazione del pubblico. Lumina in Castro ha, infatti, registrato un’affluenza di circa mille persone, suddivise in due gruppi, per ciascuna delle cinque serate,  partendo da una lista di prenotazioni. I partecipanti, dopo aver raggiunto con mezzi propri il campo di ristoro allestito in località “Passata”, muniti di torce elettriche dagli organizzatori,  hanno potuto raggiungere la Rocca affrontando un sentiero naturale,  sotto la guida degli operatori della Protezione Civile.

“Dopo un cammino durato circa 20 minuti, abbandonato il bosco e guadagnato il pianoro sommitale,   essi hanno potuto apprezzare la maestosità della Rocca Montis Dragonis ergersi  a strapiombo su di un panorama che spazia da Punta Campanella fino al Promontorio del Circeo: il brillare delle stelle, il riflesso della luna sul mare e la vista notturna della città di Mondragone hanno lenito la fatica accumulata e sono stati   un magico preludio agli abiti di luce che la Rocca avrebbe indossato di li a poco nel rapido susseguirsi di proiezioni video, atti teatrali  e pieces di danza.” Commenta don Paolo Marotta di recente insediatosi come nuovo parrocco della Parrocchia di San Michele a Sant’Angelo. “Lumina in Castro non un puro e semplice spettacolo: piuttosto, è stata una lunga ed attenta  riflessione su quanto inestimabile sia la bellezza e la ricchezza del territorio di Mondragone e su quante risorse esso abbia ancora da offrire… Basta non dimenticarle, basta non assopirsi.”

Il Sindaco di Mondragone Giovanni Schiappa ha così commentato l’evento: “Come Amministrazione comunale abbiamo volentieri patrocinato economicamente questa magnifica iniziativa che si sposa in modo perfetto al progetto di scavo archeologico che fin dal 2001 l’Ente sostiene finanziariamente, scavo guidato dal Direttore del Museo Civico Luigi Crimaco e dalla professoressa Sogliani. Il passato medievale di Mondragone è possibile ammirarlo nelle sale del nostro Museo Civico, ma con Lumina in Castro consentiamo di far rivivere direttamente il sito archeologico”

Sia il Comune di Mondragone che  gli organizzatorihanno invitato tutti  a visitare la pagina del progetto FAI (Fondo Ambiente Italiano) “I luoghi del Cuore” http://iluoghidelcuore.it/luoghi/80505. Accedendo ad essa, sarà possibile esprimere il proprio voto a favore della Rocca Montis Dragonis e, quindi, sollecitare le Istituzioni nazionali competenti affinché riconoscano l’interesse dei cittadini verso la Rocca Montis Dragonis e mettano a disposizione le risorse economiche necessarie per il suo recupero.

Il pubblico è stato reattivo di fronte a questo invito e, in pochi giorni, grazie alle sollecitazioni susseguitesi anche in rete,  il numero dei voti a favore della Rocca Montis Dragonis è aumentato sensibilmente…  e questo grazie anche a Lumina in Castro.

Commenta per primo

Lascia un commento