22 Ottobre 2020

Mondragone e Rifiuti: la telenovela continua!

Continua a vivere nell’incertezza assoluta la questione rifiuti a Mondragone, si va avanti alla giornata senza una pianificazione e sempre a discapito dei cittadini. Dopo una verifica, sia presso il sito della Stazione Unica Appaltante che presso gli uffici comunali, la tanto decantata Gara d’Appalto per l’affidamento della raccolta dei rifiuti a Mondragone, NON ESISTE!

Dopo le tantissime polemiche dei mesi scorsi per le continue proroghe alle ditte incaricate della raccolta dei rifiuti, l’assessore al ramo Federico Pellegrino (vedi Casertace del 14/09/2012) affermava che la gara per la procedura pubblica di affidamento del servizio era stata avviata presso la S.U.A., procedura richiamata anche nell’Ordinanza Sindacale n.41 del 05/09/12, mentre oggi si apprende che tutto ciò è falso, o meglio, che la gara è stata si presentata, ma non nella maniera corretta e quindi la stessa è stata rigettata dalla Stazione Unica, dopo di che non è stata più ripresentata.

Tutto ciò, secondo il sottoscritto, è di una gravità assoluta, specie per la mancanza di chiarezza da parte delle nostre Istituzioni, soprattutto nei confronti di quei cittadini che vivono ogni giorno il disagio per la raccolta a singhiozzo dei propri rifiuti, i quali speravano in una definitiva risoluzione di questo annoso problema grazie ad un affidamento definitivo tramite la Stazione Unica Appaltante.

Visto che oramai il 2013 è alle porte e di un nuovo affidamento tramite procedura pubblica non se ne parla, dobbiamo aspettarci proroghe su proroghe appellandoci alla somma urgenza, o si andrà avanti con procedure negoziate invitando ditte che non effettuano il servizio secondo capitolato (vedi Senesi)?

Alla luce di tutto ciò, è doveroso un chiarimento pubblico sia da parte del sindaco Schiappa che dall’assessore Pellegrino su questa nuova pagina poco chiara della politica mondragonese.

Nel frattempo, si invitano i Consiglieri che rappresentano la coalizione di centro, C. Federico e Al. Pagliaro, a farsi carico nelle sedi opportune, del problema innanzi posto.

Federico Carlo (Futuro e Libertà)

Commenta per primo

Lascia un commento