18 Luglio 2019

Mondragone, il Circolo PD interviene sul concorso per vigili “estivi”

circolo PD mondragone L’obiettivo è restaurare una oligarchia di potere attraverso scelte clientelari. Il bando di concorso per l’assunzione di vigili urbani provvisori per il periodo estivo esprime in modo chiaro ed inequivocabile, la cultura di potere, di comando, di imposizione e di condizionamento tesa a mortificare la partecipazione di quanti vorrebbero dare un contributo di pensiero libero per la crescita della Comunità senza che ciò possa impedire loro, in un’ottica di spregiudicato clientelismo, di poter utilizzare occasioni di lavoro, indipendentemente dal colore politico. Ci Chiediamo:

1.    Come mai alla richiesta del Comandante della Polizia Municipale (nota prot. n. 6703/6-PE del 06/06/2012), dell’adozione degli atti necessari per l’assunzione di 12 unità di vigilanza per il periodo estivo, il Sindaco e la Giunta, non si attivano immediatamente in tal senso ma attendono 20 giorni per un atto deliberativo di Giunta (n. 22 del 25/06/2012), con il quale, peraltro, autorizzano il Comandante ad attivarsi per una procedura concorsuale semplificata per solo titoli di studio e di servizio specifico in deroga al vigente regolamento dei concorsi del Comune di Mondragone?

E’ evidente che il Sindaco e l’Amministrazione ha provveduto con ritardo a deliberare per motivare, con l’urgenza, procedure in deroga a tutta la normativa vigente che potessero consentire non un concorso vero ma un’assunzione particolarmente mirata a favorire alcuni ed eliminare gli altri.

2.    Come mai, il Comandante richiede, per esigenze di servizio, l’assunzione a tempo determinato di 12 unità mentre l’Amministrazione delibera per l’assunzione di 18 unità? Questo Sindaco, evidentemente, non sa che tra le sue funzioni, certamente, non rientra quella di autorizzare il Comandante ad attivare procedure gestionali in deroga alla normativa ed ai regolamenti vigenti.

3.    Come mai il Comandante dei Vigili, prepara un Bando di Concorso per soli titoli, che, contrariamente ad ogni logica e normativa vigente, non valuta il diploma che, peraltro, è il titolo richiesto per accedere al Concorso, mentre prevede valutazioni assurde, perché esagerate, della Laurea e non prevede valutazioni di servizi prestati in altre forze ( Esercito, Carabinieri, Polizia dello Stato ecc.).

E’ evidente che questo concorso somiglia più ad una procedura di assunzione diretta per la quale non servono titoli ma al massimo l’età anagrafica ed il servizio specifico.

IL PARTITO DEMOCRATICO DI MONDRAGONE, INVITA, PERTANTO, TUTTI COLORO, GIOVANI E MENO GIOVANI, CHE SONO ESCLUSI, CON UNA PROCEDURA ASSURDA E MORTIFICANTE, A PARTECIPARE AD UNA OCCASIONE DI LAVORO, a mobilitarsi e ad adire alle vie legali per impedire a questo Sindaco ed a questa Amministrazione, nonché al Comandante dei Vigili Urbani di utilizzare l’ENTE COMUNE per gestire il Potere e non per governare i processi necessari per dare risposte ai bisogni di TUTTI I CITTADINI DI MONDRAGONE.

IL GRUPPO CONSILIARE DEL PD di Mondragone, si impegna a denunciare in Consiglio Comunale questo tentativo di derogare dalle regole per restaurare una gestione clientelare di potere che già tante tristezze e guai, in un passato prossimo, hanno procurato alla Mondragone perbene!

Circolo PD Mondragone

About Circolo PD Mondragone 28 Articoli
contatti: npdmondragone@gmail.com

Commenta per primo

Lascia un commento