20 Ottobre 2020

Mondragone, al Liceo Scientifico “Galilei” concluso il progetto sulla legalità.

Con l’incontro di Giovedì 25 marzo si conclude per quest’anno scolastico il progetto dedicato ai temi della legalità, organizzato dal liceo scientifico “Galilei” di Mondragone.

Nell’ultimo appuntamento sarà proiettato il documentario “La Domitiana” del regista Montesarchio relativo alla situazione spesso drammatica in cui versa l’arteria litoranea; sia dal punto di vista ambientale che sociale.

Nella stessa occasione verranno ascoltate le testimonianze degli studenti che hanno partecipato, sabato 20 marzo, alla manifestazione contro le mafie tenutasi a Milano e organizzata da LIBERA. Un percorso iniziato già da alcuni mesi che ha visto la partecipazione di circa un centinaio di studenti. I ragazzi, hanno affrontato i temi della legalità incontrando scrittori, giornalisti, registi.

Nei primi incontri è stato affrontato il tema dei beni confiscati alla camorra con una serie di lezioni tenute dal dott. Francesco Diana dell’Associazione LIBERA di Caserta. Al temine degli incontri, i ragazzi hanno avuto modo di visitare il bene confiscato tra Castelvolturno e Cancello Arnone e che diventerà presto una fattoria biologica. Gli studenti hanno incontrato anche lo scrittore e giornalista Raffaele Sardo il quale ha parlato del proprio libro “La Bestia” e dialogato a lungo con gli studenti.

Altri ospiti del percorso didattico formativo sono stati il regista Giuseppe Pizzo che ha presentato il proprio mediometraggio “La vita accanto”.

L’opera è una sorta di Gomorra aversana, che affronta la difficile situazione di alcuni giovani presi nella morsa della criminalità, nella nostra provincia. I ragazzi hanno inoltre dialogato con Pasquale Iorio, autore di “Il Sud che resiste” una coraggiosa disamina in positivo di quante iniziative esistono anche nella provincia di Caserta condotte da singoli ed associazioni.

All’inizio dell’anno, gli studenti hanno partecipato alla rassegna dei teatri della legalità.

Insomma una serie di iniziative, in orario pomeridiano, tutte volte a sensibilizzare i giovani sull’argomento ed a renderli partecipi delle problematiche sociali, ambientali, economiche che caratterizzano il nostro territorio.

“Con questo percorso didattico – afferma il Dirigente Scolastico Giuseppe de Chiara – intendiamo perseguire obiettivi precisi sul tema della legalità come parte integrante e non episodica della formazione dei nostri studenti. Rendersi consapevoli dei problemi, dialogare con i protagonisti, essere protagonisti da cittadini sin da giovani. I ragazzi non sono stati solo passivi ascoltatori ma fortemente partecipi negli incontri. Già lo scorso anno, tanti gli incontri analoghi con scrittori, giornalisti, rappresentanti delle forze dell’ordine. Intendiamo proseguire su questa strada pensando di svolgere il ruolo che compete alla scuola: quello di formare, oltre che dei buoni studenti, anche cittadini consapevoli”.

I docenti del Liceo Scientifico di Mondragone, Fernando Degli Schiavi e Silvio Macera, hanno organizzato e condotto il progetto legalità.

Commenta per primo

Lascia un commento