19 Luglio 2019

Mondragone, manifestazione contro violenza sulle donne

SINDACO SCHIAPPA: "MONDRAGONE RIFERIMENTO NAZIONALE CONTRO VIOLENZA SULLE DONNE".

logo_veri
logo_veri

Clementina Ianniello, Ass. V.E.R.I.: “Comune di Mondragone esprime grande sensibilità.” E poi sul Sindaco: “colpisce il lato umano”.

In occasione della giornata internazionale contro la  violenza sulle donne, l’Associazione V.E.R.I. in collaborazione con l’Amministrazione comunale, ha organizzato una mostra temporanea di simulazione della violenza presso il primo piano della Casa comunale di viale Margherita, ove sono siti gli uffici del Sindaco Giovanni Schiappa, alla presenza di delegazioni di alunni delle Scuole medie cittadine.

“Il Comune di Mondragone  – commenta Clementina Ianniello dell’Associazione V.E.R.I. – esprime una grande sensibilità verso la tematica, e ciò che colpisce maggiormente è il lato umano del nostro Sindaco  anche a prescindere della carica che ricopre.

Lo abbiamo visto quest’oggi – continua Clementina Ianniello –  riuscire a  far partecipare i ragazzi  in un contesto a loro sconosciuto, avvicinando l’Istituzione comunale ai ragazzi che presto si sono sentiti a loro agio. 

Il Primo cittadino ha lanciato loro un messaggio molto importante:  è  fondamentale parlare di questa tematica con i genitori perché questo tipo di violenza è quasi sempre sommersa, e nulla toglie che  qualcuno di questi ragazzi  potrebbe avere un episodio di violenza nella propria casa.

Per questo motivo abbiamo chiesto loro di riflettere e di parlare con la propria famiglia di questo fenomeno, invitandoli ad aprirsi – anche a scuola – qualora dovessero notare qualsivoglia  situazione di difficoltà di questo genere.  

Grazie al grande impegno dell’Associazione, dell’Amministrazione comunale e di quanti in Città ci hanno accompagnato nel corso di questi anni, oggi possiamo dire che, anche per via del presidio costituito della Casa di V.E.R.I., Mondragone è un riferimento nazionale ed internazionale per la lotta contro la violenza sulle donne.

All’interno della nostra casa accogliamo tutti, a prescindere dall’etnia e dell’estrazione socio-culturale.  Adesso – conclude Clementina Ianniello – ci aspetta una nuova sfida, che abbiamo raccolto e che insieme dobbiamo vincere: dare un’opportunità di vita, e quindi di reinserimento lavorativo, a quelle donne che vedono paralizzarsi la propria vita per colpa del più grande scempio che l’uomo possa compiere.

Ridare un lavoro a queste donne, significa ridare loro l’autonomia, la libertà e la dignità di donna”.

A margine della mostra, poi, il Sindaco Giovanni Schiappa, alla presenza degli Assessori e del Segretario Generale, ha presieduto una seduta della Giunta comunale, deliberando proprio il riconoscimento delle iniziative adottate in Città – come l’illuminazione in rosso anche della sede comunale dei servizi sociali e culturali oltre che del murales di Veronica Abbate nella zona mare – con l’Associazione V.E.R.I. in occasione giornata internazionale contro la  violenza sulle donne, consentendo alle delegazioni scolastiche di poter assistere eccezionalmente alla seduta, spiegando loro cosa e come stesse avvenendo il tutto.

“Le belle parole di Tina ci riempiono di orgoglio – commenta il Primo cittadino – e ci dicono che stiamo andando avanti nella giusta direzione. Il nostro progetto – continua il Sindaco – è sempre stato quello di fare di Mondragone un riferimento nazionale per le donne vittime di violenza.

Come la stessa Tina ha ricordato, penso che ci stiamo riuscendo. 

L’iniziativa di oggi è stata, oltretutto, segnalata anche all’interno della campagna di sensibilizzazione dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani, proprio in occasione della giornata mondiale di oggi. Mi preme ricordare – conclude il Sindaco Giovanni Schiappa, Consigliere Nazionale Anci – che Mondragone è una Città impegnata contro la violenza di genere 365 giorni l’anno”.

Commenta per primo

Lascia un commento