28 Novembre 2020

Mondragone, mediazione culturale: al via il progetto “la lingua da scroprire”

mondragone

L’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Mondragone guidato da Francesca Gravano, ha sottoscritto con la Cidis onlus apposito protocollo di intesa relativo al progetto “Yalla”, finanziato dal Ministero dell’Interno e cofinanziato dall’Unione Europea e già opportunamente approvato, finalizzato alla realizzazione di un servizio, stabile ed itinerante, di mediazione culturale […]

occorrente per una migliore e più adeguata fruizione dei servizi pubblici del territorio da parte dei cittadini stranieri presenti in Città, con particolare riguardo alle aree cittadine maggiormente caratterizzate dal fenomeno come ad esempio la località Pescopagano.
Le attività avranno inizio il prossimo lunedì 21 gennaio presso i locali in uso al Cidis  siti in via Domitiana n. 56, ovvero presso il Convento dei Padri Passionisti adiacente alla Parrocchia di San Giuseppe Artigiano.
Il progetto denominato “La lingua  da scoprire” prevederà la realizzazione di laboratori pomeridiani rivolti a ragazzi di origine straniera, finalizzati al potenziamento e rafforzamento delle risorse linguistiche.
Le attività di carattere ludico e ricreativo, che non mancheranno per i più piccoli, si terranno nei giorni di lunedì e giovedì dalle ore 15:00 alle ore 18:30.
Il Sindaco Giovanni Schiappa e l’intera Amministrazione comunale, vista la valenza dell’offerta, vuole darne la più ampia diffusione sottolineando come l’apprendimento della lingua italiana sia uno dei primi strumenti necessari ad un’integrazione non improvvisata degli stranieri facenti parte la Comunità.
L’integrazione socio-culturale non può essere trascurata o lasciata al caso, alla luce del fatto che l’immigrazione nella zona di Mondragone e dell’intero Litorale domitio risulta essere una realtà sociale consolidata.

Commenta per primo

Lascia un commento