21 Settembre 2021

Mondragone, nasce il Consiglio Comunale dei Ragazzi

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR) nasce il 27 febbraio nel comune di Mondragone dalla precisa volontà di questa Amministrazione Comunale, condivisa dalle diverse scuole medie ed elementari presenti sul territorio, di rendere partecipi i ragazzi e le ragazze della Città (e per estensione le loro famiglie) alla vita pubblica e politica.

Di seguito le dichiarazioni del Sindaco Giovanni Schiappa:

consiglio dei ragazzi mondragone
consiglio dei ragazzi mondragone

«La collaborazione tra le due Istituzioni si basa sul presupposto di fornire ai ragazzi partecipanti tutto il necessario supporto e guida per la massima valorizzazione dell’esperienza che si apprestano ad affrontare, ognuno secondo le proprie competenze e in un ottica di crescita comune.

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi è un momento di condivisione e di confronto che prova ad educare i giovani di Mondragone a compiere le scelte più opportune e più coerenti rispetto alle proprie esigenze, alle proprie aspettative e possibilità.

Inoltre dà la possibilità ai ragazzi di affrontare consapevolmente i problemi e di sperimentare l’appartenenza alla comunità locale. È quindi anche un intervento educativo che coinvolge l’intera comunità e che ha l’obiettivo di aiutare gli studenti, ma anche ad aiutare tutti i ragazzi, a familiarizzare con la vita pubblica e di far loro conoscere il funzionamento della macchina comunale. L’attività del Consiglio  è quindi finalizzata ad educare alla democrazia e alla partecipazione aprendo un dialogo e un confronto con il mondo degli adulti.

L’obiettivo del Consiglio Comunale dei Ragazzi è di educare i ragazzi e le ragazze di Mondragone alla democrazia, intesa come metodo di convivenza, e quindi di imparare a confrontare le proprie idee con quelle degli altri per decidere assieme. Questi giovani sono il giovanni schiappasale del futuro, come ho più volte ricordato, da quando ho assunto la carica di assessore alle politiche sociali e culturali di questo comune. Questo Consiglio cercherà di sviluppare nei ragazzi e ragazze lo spirito critico, la creatività e la consapevolezza di essere protagonisti del proprio futuro, ideando progetti e provare a realizzarli concretamente!

Lo scopo principale, così come recita l’art. 1 del regolamento è di dare la parola ai ragazzi, affinché gli adulti, in particolare noi amministratori, impariamo ad ascoltarli, a capirli, a tener conto delle loro proposte ed ad adottare, così, una nuova filosofia nel valutare, difendere, programmare, progettare e sviluppare la città, perché “se la città è adatta ai giovani, sarà adatta a tutti”.  Il fine ultimo del compito che mi è stato assegnato è operare scelte di politica scolastica atte a fare dell’istruzione e della formazione il punto di partenza per il “risanamento” della “nostra” città.  L’iniziativa di oggi – si inserisce nel solco di quella che è l’educazione alla cittadinanza attiva.

Come Esecutivo abbiamo fin da subito voluto questo consiglio, anche per la qualità dell’intervento squisitamente didattico. Si tratta di formare i cittadini del domani.

E noi crediamo fortemente nei valori della solidarietà, della cultura, e nel dare spazio alla parola di ciascuno, soprattutto quando la parola viene richiesta dai bambini. Ho incontrato in questi mesi i docenti rappresentanti delle diverse scuole cittadine (ins. G. Migliore 1° Circolo Didattico, ins. M. Gallo 2° circolo Didattico, ins. E. Marino 3° Circolo Didattico, prof.ssa C. Mazzucchi, prof.ssa V. Gatti Scuola Buonarroti – Vinci) che ringrazio per la disponibilità e la collaborazione offerta.

Ringrazio i dirigenti scolastici Riccardo, Riccio, Tavoletta, Razzino, per aver favorito la nascita del consiglio, per la sensibilità  e la volontà mostrataci di praticare sul tema della scuola e dell’istruzione politiche operose. Al fine  di avvicinare e di coinvolgere fattivamente gli studenti e quindi i futuri cittadini alle istituzioni politico-locali.

Formulo i miei più sentiti auguri di buon lavoro ai neo baby consiglieri:

Nominativo Scuola di appartenza
PAPA Giovanni Michelangelo Buonarroti
CAMPOLI Olga Michelangelo Buonarroti
NOCELLA MARIA Rita Michelangelo Buonarroti
TORTORA Alessia Michelangelo Buonarroti
ESPOSITO MAtteo Michelangelo Buonarroti
CARAMANICA Saverio Leonardo da Vinci
PIETROPAOLO Marco Leonardo da Vinci
CATERINO Lorenzo Leonardo da Vinci
ALVI Martina Leonardo da Vinci
AVERSANO Michela Leonardo da Vinci
TRANO Vincenzo 1° Circolo
SIMEONE Martina 1° Circolo
PISANO Prisca 1° Circolo
VILLANO Giacomo 1° Circolo
ELATI Karim 1° Circolo
PISCITIELLO Elisa 1° Circolo
DI NARDO Agata (Neo Sindaco)  

L’Amministrazione Comunale si impegna a mettere a disposizione le proprie strutture e il personale, per permettere ai ragazzi di familiarizzare con l’ambiente municipio e gli uffici, nel caso di visite concordate con gli istituti scolastici coinvolti.

Inoltre si mette a disposizione la sala consiliare per le sedute del Consiglio Comunale dei Ragazzi. L’Amministrazione offrirà inoltre tutto il supporto tecnico e informativo necessario, provvedendo a pubblicizzare il progetto, farsi carico della comunicazione ufficiale delle date in cui si terranno le sedute del consiglio, fornire materiale informativo ed incaricare L’ufficio ripartizione sociale per seguire il progetto.

Gli istituti scolastici provvederanno a promuovere il progetto presso i ragazzi, favorendone il coinvolgimento con incontri dedicati e provvedendo a fornire spazi e tempi per le riunioni “di giunta” dei ragazzi. Inoltre organizzeranno, secondo modalità concordate, le votazioni presso le proprie strutture e provvederanno ad incaricare gli insegnanti preposti a seguire il progetto.»

 

Commenta per primo

Lascia un commento