26 Ottobre 2020

Nasce a Mondragone il comitato pro Bersani

“Riscrivi l’Italia” ripartendo con Bersani. Questo lo slogan del comitato mondragonese pro Bersani. I componenti dichiarano: “Siamo convinti che concetti quali spirito di gruppo, identità e senso di appartenenza rischiano di apparire come slogan privi di significato se, ancor prima, non si recuperano beni “immateriali” sui quali si fonda il lavoro: la fiducia reciproca e il senso di trasparenza.

La  candidatura di Pierluigi Bersani non si nutre di promesse (di posti, di incarichi di clientelarismi), ma si alimenta prima di tutto di principi esperienza  e poi di concretezze. In primo luogo lavoreremo insieme per eliminare gli sprechi negli enti e nella politica, diminuire la disoccupazione, il peso fiscale su famiglie ed imprese, la mala sanità, migliorare la scuola, incentivare le attività ed il lavoro per accelerare la ripresa e superare la crisi.

È una rivoluzione per la quale serve un patto tra donne e uomini  che riconoscano il «noi» come un elemento di forza e non di debolezza. “Rottamare” la storia di donne e uomini, è un’operazione reazionaria perché cancella un patrimonio di cultura e di conquiste senza le quali non si fanno passi avanti.

Questa è la nostra scelta di campo, che parte certamente dal rispetto per le persone, ma anche dalla considerazione che vogliamo che una nuova generazione si affermi in un processo di rinnovamento dove la politica sia intesa come relazione e generosità, come gioco di squadra e non come un palcoscenico sopra il quale si passeggia con un microfono in mano. Cogliamo l’occasione per ricordare a tutti gli iscritti e simpatizzanti che lo spirito che contraddistingue queste primarie è volto alla massima apertura verso la cittadinanza e verso la base dei nostri rispettivi militanti.

Attualmente, tra i nomi che hanno aderito all’iniziativa MONDRAGONE per BERSANI figurano: Achille Cennami, Emilio Martucci,  Francesco Supino,  Pasquale Fardella e Aristide Papa.

 

IL COMITATO PER BERSANI MONDRAGONE

La responsabilte, Anna Barabato

Commenta per primo

Lascia un commento