29 Ottobre 2020

Pagliuca sogna il ritorno al San Pio Mondragone.

L’attaccante lo scorso sabato era in tribuna ad sostenere la sua ex squadra: “Sarei l’uomo più felice di questo mondo se si realizzasse questa ipotesi. Siamo ancora amareggiati per la sconfitta dello scorso campionato”. Recitava un antico detto: ”Al cuor non si comanda”.

Le emozioni, il fascino, l’adrenalina che ti può dare il popolo mondragonese non te le dà nessun altro ambiente che vive di calcio sette giorni su sette.

Presente in tribuna sabato a sostenere il San Pio, la pantera Pagliuca ha assistito alla gara con l’amico inseparabile Davide Migliore (altro ex San Pio),col vicepresidente Enzo Granafei e con l’ex presidente granata Michele Nugnes. I tifosi hanno calorosamente abbracciato l’ex puntero granata ricordando i bei momenti dello scorso campionato. Al triplice fischio finale del sig. Accetta, piovono i complimenti della pantera fresco di promozione con la Virtus Carano aprendo gli spiragli per un suo clamoroso possibile suo ritorno:“La società non aveva le risorse economiche per fare un campionato di vertice. Se ci fosse stata una risorsa economica come quella del Virtus Carano, oggi il San Pio avrebbe potuto puntare all’eccellenza o qualcosa in più. A livello di conoscenze calcistiche sono superiori sicuramente, bisogna pensare al futuro. Mi piange il cuore vedere poca gente allo stadio. Spero che la vecchia triade insieme a Gino Festini riesca a riunirsi e far ritrovare al San Pio la vera identità. Si punta a un campionato di vertice ipotizzando il ritorno mio e dei mondragonesi Follera e Palumbo. Parlando col presidente Nugnes,potrebbero esserci  buone novità.

L’ADDIO AL CARANO – “In primis viene il San Pio. Carano-dice- è stata una bella avventura :alla fine ho avuto delle delusioni personali che non mi va di dire. Penso di aver lasciato un buon ricordo raggiungendo gli obiettivi richiesti. I miei impegni li ho mantenuti col presidente Di Tommaso e con la città di Carano. Volevano vincere il campionato e l’hanno vinto.Non per essere presuntuoso ma senza di me a quest’ora starebbero ancora vedendo la classifica dei punti per vincere il torneo. Da oggi sono ufficialmente libero sul mercato, mi svincolo augurando al Carano un buon campionato in Eccellenza”. Il sogno del ritorno della pantera: “Sarei l’uomo più felice di questo mondo se si realizzasse questa ipotesi. Siamo ancora amareggiati per la sconfitta dello scorso campionato. Vogliamo riprovarci , vogliamo far sì che Mondragone ritrovi le categorie che merita. Questa è una città grande non inferiore a nessuna. Spero nel rientro dell’ex presidente Nugnes per ritrovare la giusta felicità dell’anno scorso”.

In un mondo d’ipocrisia come quello del calcio raro trovare personaggi come Mario Pagliuca,un combattente spontaneo che lotta col cuore. Le sue dichiarazioni probabilmente faranno storcere il naso a qualcuno ma gli va dato il merito di esporsi sempre . I tifosi già sognano una fantastica coppia gol Pagliuca – Zaccaro: sarebbe un potenziale da oltre 50 reti. Il mercato comincia già con i primi rumors. L’eventuale ritorno della pantera scalderebbe i cuori granata e rivitalizzerebbe una piazza delusa e mortificata. Il San Pio è una fede e non si discute!

fonte: interno18.it

Commenta per primo

Lascia un commento