21 Ottobre 2020

Prima riunione del Coordinamento cittadino del PdL Mondragone

Tra gli argomenti affrontati, lo stallo amministrativo attuale!

Si è svolto nella serata del 20 giugno u.s. il primo coordinamento cittadino a guida del nuovo coordinatore Giuseppe Piazza. Alla riunione erano presenti numerosissimi iscritti e simpatizzanti del Popolo della Libertà (PdL), i quali hanno partecipato con passione e trasporto al primo dibattito in sezione.

Sono intervenuti all’assemblea il consigliere provinciale Giovanni Schiappa, il consigliere regionale On. Daniela Nugnes ed il coordinatore regionale vicario del PDL  On. Mario Landolfi.

La prima riunione è stata anche l’occasione per la presentazione del nuovo coordinatore all’assemblea degli iscritti e dei simpatizzanti. Successivamente affrontati vari argomenti di attualità tra cui lo stallo amministrativo a Mondragone. Il coordinatore Piazza, i consiglieri provinciale e regionale Schiappa e Nugnes e l’On. Landolfi, hanno posto l’accento sulla grave crisi amministrativa che attanaglia la nostra città. Una maggioranza che politicamente non si può definire più tale, sorretta da soli 9 consiglieri su 21 componenti il Consiglio Comunale. Si avverte, quindi, la necessità di un’inversione di rotta nel modo di amministrare la comunità locale.

Il Popolo della Libertà nei prossimi mesi si aprirà al confronto con la città per manifestare le proprie idee e per proporre soluzioni ai problemi che affliggono la città.

Tali manifestazioni vorranno essere soprattutto un confronto con tutti i cittadini e con tutte  le associazioni territoriali per un contraddittorio con loro, al fine di poter elaborare un programma che recepisca le giuste istanze dei cittadini e affronti con serietà, dedizione e competenza le difficoltà che vive il nostro territorio. Il PdL è un partito aperto al confronto, al cui interno vige la più ampia democrazia. Uno schieramento fatto di persone che amano il dibattito, anche il più serrato, ma esclusivamente finalizzato alla crescita del partito e, dunque, dell’intera comunità.

Possono esserci – sicuramente – idee diverse su come affrontare i problemi, ma le soluzioni scaturite devono essere sempre univoche e devono essere sempre la sintesi di tutto il movimento politico. Il partito più votato in città e che vanta la presenza di più consiglieri in Consiglio Comunale, con ben 8 delegati dagli elettori, sente appieno la responsabilità che ne deriva ed è consapevole che il ruolo che – momentaneamente – gli è stato affidato dagli elettori è quello di essere all’opposizione, di contrastare politicamente questa maggioranza inerme e che ripudia qualsiasi forma di consociativismo con forze politiche che si sono presentate alle elezioni in opposti schieramenti.

Il Coordinamento Cittadino

Commenta per primo

Lascia un commento