22 Ottobre 2020

A Mondragone la riunione dei rappresentanti Pro Loco.

La Pro Loco di Mondragone ospita la riunione dei rappresentanti territoriali.

Venerdì 21 maggio 2010, ospiti della Pro Loco di Mondragone, si sono riuniti i rappresentati delle Pro Loco aderenti all’UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia). La questione centrale dell’incontro è stata la mancata liquidazione dei contributi regionali, da parte dell’Ente Provinciale del Turismo (EPT) di Caserta, per le attività svolte nell’anno 2009.  I contributi spettavano alle Pro Loco della provincia di Caserta.

I rappresentanti delle Pro Loco sono preoccupati dal comportamento assunto dall’EPT di Caserta, che ormai da mesi promette la liquidazione, ma poi non provvede.

Infatti la Giunta Regionale della Campania ha disposto la liquidazione dei contributi assegnati alle Associazioni Pro Loco, con Decreto Dirigenziale n. 696 del 19 novembre 2009. Purtroppo il pagamento non è avvenuto.

Dal 19 novembre a oggi, sono passati sei mesi. In questo periodo gli altri Enti Provinciali per il Turismo della Regione Campania, hanno tutti provveduto a liquidare i contributi alle Pro Loco. Quello di Caserta non lo fa e non fornisce neppure una motivazione al suo ingiustificato comportamento.

Nel frattempo, la situazione si fa di giorno in giorno più drammatica. Le Pro Loco che facevano affidamento sul contributo per sanare vecchie pendenze e programmare le prossime attività sono costrette a ridimensionare o annullare incontri programmati. Gli importanti appuntamenti che fanno ormai parte di un virtuoso sistema di sviluppo turistico del territorio.

L’Ente Provinciale abbia rispetto per chi opera con impegno sul territorio.

Il presidente Franco Pezone, al termine della riunione del Comitato Provinciale ha anticipato che, si è deciso di intervenire con la massima determinazione, inviando una richiesta circostanziata e precisa all’EPT di Caserta. La richiesta coinvolge l’Assessorato Regionale al Turismo e l’UNPLI Campania. Si vuole infatti la liquidazione immediata dei contributi, evidenziando che le Pro Loco chiedono rispetto e considerazione per il ruolo e per l’impegno con cui operano sul territorio.

“Abbiamo bisogno che l’amministratore dell’EPT di Caserta – commenta Pezone – ci spieghi per quale motivo i fondi destinati alle Pro Loco dal novembre 2009 dopo oltre sei mesi, non sono ancora arrivati ai destinatari. Perché l’EPT non dà riscontro alle richieste avanzate legittimamente dalle Pro Loco? Le Pro Loco rappresentano i veri terminali nervosi del sistema turistico locale della provincia di Caserta, perché penalizzarle?”.

“Il rammarico è che l’autorevolezza, la competenza e la disponibilità – continua Pezone – sempre più spesso riconosciuta ai tavoli di concertazione provinciali e locali vorrebbero, che verso queste risorse territoriali ci fosse, proprio dall’EPT, maggiore considerazione, e invece siamo qui a doverne sollecitare l’attenzione ed il rispetto”.

Commenta per primo

Lascia un commento