18 Luglio 2019

Schiappa (PdL) sulla Farmacia Comunale

Il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha deciso per il sequestro conservativo delle quote societarie della Farmacia Comunale in danno al Comune di Mondragone. Da ora in poi il dott. Luciano Corvino, con la diligenza del buon padre di famiglia, dovrà gestire la Farmacia Comunale con riguardo alle quote di proprietà del Comune. Tale procedura esecutiva è stata disposta a seguito della procedura di vendita posta in essere dal Sindaco Cennami e gravemente carente di molti presupposti di diritto e di fatto.

“Si tratta di un fatto gravissimo” afferma il capogruppo consiliare de “Il Popolo della Libertà” di Mondragone Giovanni Schiappa “Praticamente un giudice ha ritenuto che l’Amministrazione con un comportamento illegittimo stia mettendo in pericolo una proprietà comunale da un punto di vista patrimoniale e, quindi, ha disposto il sequestro a favore del socio di minoranza che gestirà in nome e per conto dell’Ente stesso.

Il fatto, di gravità inaudita, è reso ancor più grave dal fatto che in Consiglio Comunale il Sindaco Cennami – in pratica – non ha spiegato alcunché in merito e, soprattutto, perché con l’attuale Amministrazione comunale, dopo il Piano Casa, abbiamo perso la settima Farmacia.

Eppure avevamo detto al Sindaco Cennami di utilizzare proprio la Farmacia Comunale per rendere immediatamente operativa la settima sede, creando un ulteriore servizio importante per la Comunità e nuovi posti di lavoro qualificati.

Quindi – oggi – da una parte ci troviamo ad aver perso la settima farmacia e, dall’altra, siamo praticamente imbarcati in una vicenda giudiziaria molto complicata.

Chiediamo alla maggioranza che sostiene Cennami se non sia il caso di mettere una pietra tombale su questa Amministrazione prima che altri gravissimi danni ricadano sulla testa dei cittadini”.

Commenta per primo

Lascia un commento