27 Ottobre 2020

SEL Mondragone: “Chi non vota vuole essere muto, sordo e cieco”

«Le Primarie del Centrosinistra non sono un regolamento di conti interno al PD ma un primo passo di partecipazione democratica per cambiare questa Italia gestita ragionieristicamente e strozzata dalla finanza» – afferma Giancarlo Burrelli, presidente del locale circolo di Sinistra Ecologia Libertà.

«Il voto ad uno dei candidati non è un concorso di bellezza o di arte oratoria – continua G. Burrelli – bensì un confronto di visioni che, da una radice condivisa, propongono scelte Politiche diverse. Votare per Vendola è coltivare ancora il desiderio di “guardare alle nuvole” dopo 8 anni di gestione concreta di una Puglia. Di non rinunciare al sogno che abbiamo di una società pulita, eguale, di lavoratori, di cittadini liberi, di ecosostenibilità, di giustizia e lotta alla corruzione grande e piccola. Cose che   innanzitutto pretendiamo da noi e pratichiamo nel nostro quotidiano.

La politica, nel tempo,  è diventato sinonimo di “sporco, affarismo e carriera personale”. Spesso, purtroppo, è così. Ma esiste ancora chi è convinto, la maggioranza, che solo la Politica può influire sulle prospettive di convivenza di ognuno. Non votare, o lamentarsi soltanto, non è una soluzione. È, intimamente, dichiararsi sconfitto e vittima di coloro che vorremmo sconfiggere. E, per chi non è berlusconizzato, partecipare a queste Primarie non è votare per un partito. È urlare la volontà di determinare il proprio futuro, di scegliere.

Ogni cittadino non è un numero ma una parte dell’intero. Solo questa coscienza, come si  è manifestata nei referendum, ci ridà dignità e forza.

Per questo vi invitiamo a partecipare alle Primarie. Non per votare un simbolo o una icona ma per partecipare alla guida dell’Italia, partendo dalla base, dal singolo, da ognuno.

Ringraziamo di cuore quanti già si sono iscritti per votare ed i tanti che, pur nella loro identità, hanno dichiarato di sostenere il messaggio di Vendola. Perché esso non è proprietà di SEL ma di tutti i cittadini che “vogliono un’altra cosa”. Non il liberismo sfrenato, l’equilibrismo “istituzionale”, il “centrismo illuminato”, le contorsioni della pancia ma il diritto di ognuno alla felicità»

Si vota domenica 25 novembre dalla 8 alle 20 in via P. Borsellino 7 (di fronte al Comune) e ci si può iscrivere tutti i pomeriggi dalle 17 alle 20 e la stessa domenica.

                                                                                              Sinistra Ecologia Libertà

                                                                                              Circolo “Litorale Domizio”, Mondragone

Commenta per primo

Lascia un commento