20 Ottobre 2020

Taglialatela (PSI): “Differenziata e Bonifiche zero, commissariare sulla differenziata l’Amministrazione comunale”

comm_comune

Pronta la richiesta di commissariamento dell’Amministrazione Comunale sul ciclo integrato dei rifiuti e sulle bonifiche dei siti inquinati, ancora non realizzate, il coordinatore cittadino del Psi, insieme al Movimento d’opinione “Mondragone Città Possibile” annuncia l’iniziativa attraverso una nuova campagna di informazione politica ambientale dal titolo: “Solo (ECO) Balle –  Differenziata Zero”, aprendo alle forze politiche sane, alle associazioni ambientaliste e ai comitati cittadini.

A giorni chiederemo ufficialmente agli organi competenti il commissariamento dell’Amministrazione Comunale sull’intero ciclo integrato dei rifiuti, siamo stanchi di essere presi in giro dai soliti proclami di propaganda politica dei ribaltonisti – afferma in maniera determinata il segretario cittadino del Psi, Antonio Taglialatela – 

Con questo modo di amministrare la Raccolta Differenziata per i cittadini e per le attività commerciali solo aumenti indiscriminati e illogici, non ci saranno mai sgravi sulla loro bolletta.

Fare la differenziata sarà tutto inutile, a nulla valgono gli show mediatici  della maggioranza del ribaltone, mentre in altri Comuni della Campania la differenziata rappresenta un valore, specie per quelle attività economiche tipo bar o ristoranti che effettivamente quotidianamente hanno a che fare con rifiuti di varie tipologie.

Ci chiediamo nuovamente dove vanno a finire i proventi della Differenziata dato che ogni anno per i cittadini e gli operatori aumenta il costo totale del servizio ?

La differenziata la fanno i cittadini e i commercianti con le tariffe più alte d’Italia, mentre non c’è alcuna differenza con le Amministrazioni Comunali così tanto criticate dall’attuale compagine illegittima e ribaltata.

 “Solo (ECO) Balle 2.0”: è utopia parlare di “Rifiuti Zero” se non si afferma “Differenziata Zero”.

Il Mud con i dati reali della Raccolta Differenziata ancora non sono stati trasmessi all’Osservatorio Regionale, così come abbiamo chiesto già diverso tempo fa, non conosciamo le stime ufficiali, ma sicuramente sono al di sotto di quelle previste dalla legge, la messa in sicurezza della Cantarella e la bonifica della stessa ancora non ha avuto inizio, gli atti della bonifica, così come regolarmente richiesto assieme ai compagni politici di Sinistra Ecologia e Libertà ancora non sono stati trasmessi, violando i trenta giorni così come prevede la normativa, la richiesta di partecipazione al procedimento amministrativo per la bonifica assieme alle associazioni del territorio continua a essere omessa, la maggior parte degli angoli della città sono invasi da sacchetti dell’immondizia non raccolti, sanzioni amministrative ai cittadino, il famigerato progetto della differenziata, finanziato con i fondi regionali a tutti i comuni della Provincia di Caserta, con la partecipazione insolita delle associazioni ambientaliste di fuori Mondragone e con il solo coinvolgimento delle scuole  cittadine, ancora non è a pieno regime, cos’altro dobbiamo sopportare ?

Alla faccia della Legalità…

Menomale che siamo in presenza di amministratori che dicono di rispettare la legge.

Infatti la rispettano…solo però a parole, ma nei fatti la situazione è opposta.

Gli aumenti servono a far quadrare i conti di un bilancio prossimo al dissesto finanziario: pareggi e artifici fittizi di poste di bilancio  con i soldi dei soliti cittadini che pagano regolarmente le tasse.

Con queste entrate assisteremo al solito sperpero di risorse pubbliche destinate ai patrocini economici dei soliti amici e dei comitati e associazioni amiche, in cambio di qualche manciata di voti, senza idee di fondo e programmazione amministrativa di attività e servizi essenziali destinate alla cittadinanza intera. 

Commenta per primo

Lascia un commento