22 Ottobre 2020

Taglialatela (PSI): «Subito il Consiglio Comunale, di cosa vogliamo parlare?»

Il Partito Socialista, attraverso il suo segretario Antonio Taglialatela, ha indirizzato una nota al Sindaco di Mondragone, al Presidente del Consiglio, ai Vicepresidenti, e ai Consiglieri Comunali dove si chiede la convocazione del Consiglio Comunale.

“Avevamo denunciato politicamente i primi cento giorni, ma oggi, prima di avventurarci nel tracciare il primo bilancio e le valutazioni politiche dell’esecutivo, ci tocca malamente registrare l’immobilismo che sta caratterizzando la maggioranza e tutte le forze consiliari elette.

Nemmeno l’ombra di un Consiglio Comunale convocato o tantomeno il sentore o la percezione di un’ipotetica richiesta di convocazione.

Ad oggi nemmeno le Commissioni Consiliari sono istituite, l’attività di indirizzo, di governo e di controllo di chi ha avuto delega dai cittadini è pressoché nulla. Da una parte una paralisi istituzionale, dall’altra, l’assoluta indifferenza di tutte le forze presenti in Consiglio, le quali sembrano inseguire scoop mediatici invece di studiare e approfondire le questioni e le problematiche che attanagliano la città, nei luoghi e nei modi preposti. Abbiamo chiesto Noi la convocazione del Consiglio Comunale, un atto esclusivamente politico poiché non ne abbiamo purtroppo facoltà e prerogativa. Lo abbiamo fatto a nome di quei cittadini che continuano a registrare l’assenza di un’azione di controllo e di governo. È il caso di parlare poco e iniziare a produrre atti.

Commenta per primo

Lascia un commento