24 Ottobre 2020

Zone Franche Urbane (ZFU), terminata la raccolta firme a Mondragone

Dalla città di Mondragone è partita la raccolta firme pro decreti attuativi, per le ZFU istituite con la legge 244/07. Una due giorni assolutamente importante quella che, nelle giornate di martedì e mercoledì, ha salutato il Tour DAY Zone Franche Urbane Italia. Evento organizzato dal Center Office Zolfo Up.

Grande affluenza dei cittadini presso la sede municipale, per apporre le proprie firme in calce alla petizione per la ZFU.

Il documento sarà poi presentato al ministero dell’Economia e delle Finanze per ottenere l’emanazione dei tanti sospirati decreti.  I cittadini hanno voluto così testimoniare attaccamento alla città, sensibilità alle questioni del territorio ma, soprattutto, la volontà di far giungere la loro voce a chi è deputato a risolvere questa problematica.

Il dissenso crescente è verso un’attesa ingiustificabile e ingiustificata per qualcosa che si aspetta ormai da due anni, un traguardo; la piena attivazione delle zone franche urbane, per la quale non si intravvede una data certa. I cittadini mondragonesi si sentono ormai infastiditi dagli atteggiamenti di questo governo. Un governo che, dopo aver sottoscritto a Roma (28/10/2009) il contratto per la Zona Franca Urbana della città di Mondragone, risulta essere ancora inadempiente.

L’amministrazione mondragonese ha ben coadiuvato e supportato tutta l’organizzazione, mettendo a disposizione una parte dell’ingresso della casa comunale per facilitare la raccolta delle firme viste, tra l’altro, le avverse condizioni atmosferiche e la giornata di freddo pungente.

Tantissimi sono stati i professionisti che si sono recati presso il punto di raccolta. Tra i partecipanti sono da segnalare, oltre che i consiglieri comunali, gli assessori comunali Federico Pellegrino e Francesco Lavanga, il vice–sindaco Sandro Rizzieri, il presidente provinciale delle Acli, e presidente nazionale di Acli Terra,  prof. Michele Zannini,  il capogruppo del Pdl al Consigliere Provinciale di Caserta Giovanni Schiappa. Anche l’ex assessore Giuseppe Iandico, ha partecipato alla raccolta, data la sua precedente gestione in materia, nonché il Sindaco Dott. Achille Cennami.

Il geometra Eugenio Zolfo, responsabile dell’Organizzazione del Tour, si appresta a partire con il Camper ZFU, e sarà già il prossimo venerdì nella città di Campobasso, seconda tappa di un itinerario tra le principali città sedi di ZFU in Italia; Zolfo, al riguardo, commenta: “Vivere e godere di questi momenti è un’esperienza davvero emozionante. La partecipazione dei cittadini così spontanea e libera è qualcosa di indescrivibilmente bello; con tanti di loro ci siamo intrattenuti a parlare per spiegare le Zone Franche, lo sviluppo che ci sta a cuore e la mobilitazione che animano da settimane il nostro team di lavoro per promuovere il Tour itinerante in Italia. Tutto questo, ci colma di sincera soddisfazione per il tempo e le risorse che stiamo impiegando attorno alla materia.”

Aggiunge ancora Zolfo: “Permettetemi un doveroso ringraziamento al ns. Sindaco, Dott. Achille Cennami, per la fattiva collaborazione offertaci e all’Assessore Pellegrino, per averci subito capiti e supportati in questa particolare esperienza. Un grazie anche al dirigente Dott. Di Caterino il quale, molto sensibile a questa iniziativa cittadina di pubblica utilità, ci ha accordato il permesso di raccogliere le firme anche nella giornata di mercoledì 12 gennaio 2011”.

Commenta per primo

Lascia un commento